I Luoghi del Cuore Fai/ Dal 30 maggio al 30 novembre vota per ridare splendore ad un posto abbandonato

Tornano i Luoghi del Cuore Fai: dal 30 maggio al 30 novembre vota per ridare splendore ad un posto abbandonato. Sarà possibile scegliere il luogo che più ci piace, per farlo rinascere

fai_2018
Torna I luoghi del Cuore Fai 2018

Tornano i Luoghi del Cuore del Fai, un’iniziativa organizzata dal Fondo Ambiente Italiano, che ha l’obiettivo di ridare nuova vita a quelle zone del nostro paese che sono state dimenticate ma che meritano di tornare al loro antico splendore. Grazie ad un premio in denaro istituto dalla banca Intesa Sanpaolo, il luogo che riceverà più voti otterrà appunto il finanziamento privato. L’iniziativa parte oggi, e durerà sei mesi, fino al prossimo 30 novembre, e quest’anno taglia il traguardo dei 15 anni: dal 2003 ad oggi sono svariati i luoghi tornati a risplendere grazie ai contributi e ai voti degli italiani. Nel dettaglio, si tratta di 92 posti in 17 diverse regioni, con 5 milioni di voti ricevuti, di cui 1.5 solo nel 2016. Si può votare fra un enorme possibilità di siti, visto che i luoghi indicati sono 35mila suddivisi in 6mila comuni d’Italia. Il primo classificato otterrà un premio di 50mila euro, mentre al secondo e al terzo andranno rispettivamente 40 e 30mila euro.

SCENDONO IN CAMPO I VIP

In più ci sarà un contributo di 5mila euro per tutti quei luoghi che otterranno almeno 50mila voti, nonché altri 5mila a quello che otterrà più voti nelle filiali di Banca Intesa. Molte le iniziative collaterali, come ad esempio quella della Regione Puglia, dove le scuole che raccoglieranno almeno 2000 voti in favore di un luogo del territorio, potranno candidare lo stesso a un bando per il recupero indetto dalla Regione. Diversi i personaggi noti che sono già scesi in campo a sostegno di un proprio luogo o di un altro, come ad esempio l’attrice Serena Autieri, che vota per la Chiesa di San Salvatore a Campi di Norcia (PG) colpita dal terremoto: «Non possiamo consentire – afferma, come riporta Repubblica – che un evento naturale ne cancelli il valore storico e simbolico».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori