FUNERALI PAMELA MASTROPIETRO: LA FAMIGLIA CHIEDE GIUSTIZIA/ Lo zio: “Comunità nigeriana squarci muro omertà”

- Silvana Palazzo

Funerali Pamela Mastropietro, la madre chiede giustizia: “Ti hanno massacrato ma tu sei viva”. Virginia Raggi: “Dramma difficile da superare”. Ultime notizie sulla 18enne uccisa a Macerata

pamela_mastropietro_18enne_uccisa_pezzi_macerata_twitter_2018
Diminuiscono le accuse nei confronti dei tre nigeriani
Pubblicità

Nella doppia veste di zio e legale della famiglia della vittima, l’avvocato Marco Valerio Verni è intervenuto oggi con parole significative ai funerali della povera Pamela Mastropietro, la 18enne di Macerata uccisa e fatta a pezzi. Come riporta Il Corriere della Sera, non è passato inosservato l’omaggio floreale di Luca Traini, l’autore del raid razzista avvenuto a Macerata dopo l’uccisione di Pamela: “L’abbiamo accettata come abbiamo accettato le altre. Non ci sembrava il caso di fare polemiche. Ma devo aggiungere che la comunità nigeriana, però, dovrebbe rompere il muro di omertà che protegge chi ha ucciso Pamela”. In ogni caso lo zio di Pamela ha ribadito la ferma volontà della famiglia di arrivare alla verità:”Lotteremo fino in fondo affinché questa ragazza di 18 anni, questa bambina uccisa a coltellate, fatta a pezzi e messa in due trolley, trovi giustizia. Lo faremo per lei — ha detto —, per la sua famiglia e per tutto il mondo civile perché questa è la battaglia di tutto il mondo civile contro quello della barbarie”. (agg. di Dario D’Angelo)

Pubblicità

FUNERALI PAMELA MASTROPIETRO: LE PAROLE DEL PARROCO

Si sono svolti oggi i funerali di Pamela Mastropietro, la 18enne uccisa e fatta a pezzi a Macerata. La bara bianca è stata accolta all’esterno della chiesa Ognissanti di via Appia Nuova a Roma da un lungo applauso e palloncini bianchi volati in cielo. In prima fila mamma Alessandra con una maglietta rosa con la stampa di Pamela sorridente con una corona d’argento in testa e la scritta “da qui nessuno ti potrà mai portare via”. «Non lasciatevi rubate la speranza sul vostro futuro», l’invito del parrocco ai tanti giovani presenti. «Pamela è tornata a casa e ora vogliamo stringerla con un forte abbraccio spirituale per farle sentire tutto il nostro amore. Con umiltà chiediamo perdono di tutte le nostre mancanze», ha detto il parroco iniziando la messa. Presente anche un rappresentante dell’ambasciata della Nigeria: «Siamo venuti a portare le condoglianze dell’ambasciata di Nigeria per stare vicino alla famiglia e portare le condoglianze alla famiglia», ha dichiarato al termine della messa. Per la morte di Pamela Mastropietro sono infatti in carcere tre nigeriani Innocent Oseghale, Desmond Lucky e Lucky Awelima.

CLICCA QUI PER IL NOSTRO APPROFONDIMENTO SU PAMELA

Pubblicità

FUNERALI PAMELA MASTROPIETRO: L’OMAGGIO DELLA POLITICA

In prima fila ai funerali di Pamela Mastropietro la sindaca di Roma Virginia Raggi e il sindaco di Macerata Romano Carancini che hanno proclamato il lutto cittadino nelle due città. All’arrivo in chiesa c’è stato un lungo abbraccio tra la sindaca e la mamma di Pamela. Tra gli esponenti politici anche Giorgia Meloni, Maurizio Gasparri, Domenico Gramazio e Stefano Fassina. «È un giorno di grande dolore per la città e la città è vicina alla famiglia che sta vivendo un lutto, una tragedia davvero molto difficile da superare», ha detto Virginia Raggi lasciando la chiesa al termine dei funerali. «Ci stringiamo con un abbraccio ideale alla mamma, al papà e a tutta la famiglia. La città di Roma si stringe attorno a questa famiglia e al suo dramma». Come riportato dal Secolo XIX, tra le tante corone di fiori, oltre a quella della sindaca di Roma, anche una di Luca Traini, l’uomo che per “vendicare” Pamela sparò all’impazzata a Macerata contro alcuni migranti qualche giorno dopo il ritrovamento del corpo della ragazza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori