Santa Irene da Lecce/ Santo del giorno, il 5 maggio si ricorda la giovane martire

- La Redazione

Il 5 maggio si celebre Santa Irene da Lecce. La sua storia è narrata in un’antica ‘Vita’ abbreviata del Menologio di Basilio II del secolo X. Il nome Irene vuol dire “Pace”.

croce_pixabay_2017
Pixabay

Santa Irene da Lecce si celebra in data 5 maggio. Diversi testi agiografici riconducono la sua esistenza durante la seconda metà del terzo secolo. Gli abitanti di Lecce sono soliti chiamarla con il nome di Erina. In greco, Irene significa “pace”. Le Vitae su Santa Irene da Lecce non sono ricche di dettagli riguardo le azioni compiute in vita dalla santa prima di subire il martirio. Secondo il testo agiografico più utilizzato per descrivere la sua vita, realizzato dallo scrittore Basilio, Irene fin dai primi anni della sua infanzia dovette affrontare il violento padre, determinato a farle accettare il culto pagano, prima rinchiudendola all’interno di una torre, successivamente regalandole degli idoli pagani da adorare. Irene, però, rimase ferma nella sua decisione di convertirsi al cristianesimo. Un segno inequivocabile della scelta ormai presa fu quella di rompere gli idoli che il padre le aveva donato. Un gesto sprezzante, che scatenò ulteriormente l’ira del padre. Il genitore stabilì che la figlia dovesse morire. Secondo il racconto di Basilio, l’uomo fece legare la figlia a un cavallo imbizzarrito. Miracolosamente, però, Irene riuscì a sopravvivere. A morire, invece, fu il padre, a causa del morso infertogli da quello stesso cavallo che avrebbe dovuto far perdere la vita a Irene. Di qui in avanti, il tasto agiografico di Basilio cita le preghiere che Irene fece per la resurrezione del padre, preghiere che furono ascoltate e che permisero al genitore della futura santa di tornare in vita. L’uomo, insieme al resto della famiglia, si convertì alla religione cristiana, prendendo come esempio la figlia.  

Festa Santa Irene da Lecce

Sempre a Irene si deve la conversione in massa di migliaia di pagani, stando ai testi agiografici a lei dedicati. Il martirio viene fatto risalire durante la reggenza del governatore Ampelio, il quale fece decapitare Irene dopo che quest’ultima si era rifiutata di rinnegare il cristianesimo e convertirsi nuovamente al culto pagano. La Festa di Santa Irene da Lecce si celebra ogni anno nel capoluogo leccese in data 5 maggio. In occasione della festa per la santa, viene organizzata una tradizionale fiera, che ha per protagonista un mercato di origini antiche per le vie del centro storico. Sant’Irene è stata patrona di Lecce fino al 1656, quando è stata sostituita da sant’Oronzo grazie all’attribuzione della guarigione dei salentini dalla peste proprio a quest’ultimo. Sant’Irene viene venerata anche ad Altamura. Oltre a Santa Irene da Lecce, in data 5 maggio si festeggiano Sant’Angelo da Gerusalemme, Sant’Avertino, San Geronzio di Milano, San Gioviniano, San Lanno, San Mauronto, Santa Teuteria, Santa Prisca, Santa Tosca. San Nicezio di Vienne, San Martino di Finojosa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori