ULTIME NOTIZIE/ Di oggi ultim’ora Piazza Affari: FTSE Mib -1,64%, voto a luglio spaventa mercati. Spread a 131

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: Piazza Affari in ribasso, FTSE Mib perde l’1,64%, con i mercati terrorizzati dal voto anticipato a luglio. Spread a 131 punti (8 maggio 2018).

Borsa_Piazza_Affari_Lapresse
Lapresse
Pubblicità

PIAZZA AFFARI CHIUDE IN RIBASSO: SI TEME IL VOTO A LUGLIO

La commissione tra Borsa e politica non la si scopre certo oggi e, forse, dovremmo ricominciare a farci l’abitudine per le prossime settimane: oggi Piazza Affari ha chiuso pesantemente – la peggiore d’Europa – facendo segnare al FTSE Mib al -1,64%, con 24.142 punti. Di gran lunga il timore dei mercati più insidioso è quello che vede il possibile, forse probabile, voto anticipato a luglio: una prima volta per la democrazia italiana, con in più il forte rischio di avere un’affluenza bassissima e la quasi sicura situazione immutata anche dopo il secondo voto in soli 5 mesi. Gli investitori sono preoccupati poi di un esito con Lega e M5s di nuovo al centro del comando delle azioni, dopo aver rinunciato ad essere disponibili al supporto per il governo “neutrale” lanciato da Mattarella per provare a superare lo stallo. Non solo titoli, lo Spread è tornato a risalire con il differenziale tra Btp e Bund tedeschi che risale sopra quota 130 punti (131) e il tasso del decennale che invece avanza all’1,83%, un livello che non si vedeva dallo scorso marzo, proprio dopo le elezioni con esito incerte del 4 marzo. (agg. di Niccolò Magnani)

Pubblicità

ITALIA DEFERITA DA CORTE UE PER SMOG E STRIGLIATA SUI MIGRANTI

Una doppia reprimenda, di diversa estrazione, ma diretta alla medesima istituzione: l’Italia. Su Smog e migranti il nostro Paese riceve la “strigliata” dall’Unione Europea in un momento in cui, oltretutto, siamo anche senza governo da due mesi. Per prima cosa, la settimana prossima pare ormai certo che Roma assieme ad altri 5 Paesi verrà deferita dalla Corte di Giustizia Ue per aver violato le norme europee antismog: la decisione vede l’Italia coinvolta per il superamento dei limiti di Pm10 in molte città italiane e secondo l’Ansa potrebbe essere definitivamente adottata la multa entro la giornata del 17 maggio dal collegio dei commissari Ue. Ma non solo smog nel destino immediato dei “giudizi europei”: «La priorità è prestare aiuto ai migranti. E’ con questo spirito che rivolgiamo un appello, sia alle autorità italiane che alle britanniche, per una soluzione rapida affinché i migranti siano sbarcati in piena sicurezza e al più presto», così spiega la portavoce della Commissione Ue nello strigliare sia le autorità italiane che quelle inglesi per la gestione del trasbordo di migranti dalla nave della Ong Proactiva Open Arms fino a quella di Sos Mediterranee. Stando alle parole di Natasha Bertaud, una portavoce della Commissione europea, «Le navi europee, comprese quelle italiane, agiscono nel pieno rispetto del diritto internazionale, e secondo il principio dei non respingimenti: non riportano mai i migranti in Libia o in altri Paesi terzi». (agg. di Niccolò Magnani)

Pubblicità

AUTOBUS ESPLODE IN CENTRO A ROMA

Un autobus dell’Atac ha preso fuoco in pieno centro a Roma, in via del Tritone, a pochi passi da Montecitorio, pochi minuti fa. Testimoni, come riportato da Sky Tg24, parlano di un forte boato scaturito a quanto pare da un guasto di natura elettrica. A quanto risulta dagli ultimi lanci di agenzia, il conducente dell’autobus si è reso conto che il veicolo stava riscontrando dei problemi inusuali e sarebbe riuscito a dare l’allarme in tempo per evacuare tutti i passeggeri. Anche per questo motivo, al momento, fortunatamente non ci sono notizie di feriti. Una densissima nube di fumo si è levata nel luogo dell’esplosione: sul posto, oltre ai vigili del fuoco, si sono precipitate le ambulanze del 118 e diverse pattuglie della polizia. A breve sono attesi ulteriori aggiornamenti. (agg. di Dario D’Angelo) QUI LA NOTIZIA APPROFONDITA

MATTARELLA AI PARTITI, “GOVERNO NEUTRALE”

Al termine del terzo giro di consultazione emerge, come era prevedibile, un nulla di fatto, con il Presidente della Repubblica che invita alla “responsabilità” i maggiori partiti. Mattarella ha parlato con i giornalisti attorno alle 18:30, dopo aver sentito le alte cariche istituzionali, riepilogando quanto è avvenuto nei 60 giorni dopo le elezioni, il presidente ha chiesto la responsabilità dei partiti per appoggiare in Parlamento un governo “neutrale”, In caso contrario l’unica scelta possibile e il ritorno alle urne in tempi rapidi. L’ultima carta della prima carica dello Stato è stata però immediatamente stoppata, sia dal Movimento che da la Lega Nord, entrambi i leader politici Di Maio e Salvini hanno detto che il governo non avra i loro voti. A questo punto si profila una nuova tornata elettorale, probabilmente nella prima domenica di luglio.

ESPLOSIONE PALAZZINA, VITTIME A CROTONE

E’ di 2 morti e 4 feriti il bilancio provvisorio dell’esplosione di una palazzina a Crotone. Il malfunzionamento di una bombola del gas avrebbe portato un appartamento a essere completamente sventrato. Morta una donna e il suo compagno, grave una bimba di 4 anni sua nipote, con la madre e le due sorelline ferite solo superficialmente. Illeso invece il padre delle bambine. Sono accorsi i vigili del fuoco per verificare la stabilità dell’edificio, le forze dell’ordine stanno indagando sui fatti per capire cosa abbia provocato l’esplosione udita anche a centinaia di metri di distanza.

L’ENNESIMO BRUTALE PESTAGGIO A ROMA

Una banda dei Casamonica è stato autore dell’ennesima brutale pestaggio in un bar della capitale. Il fatto di cronaca immortalato dalle telecamere di sorveglianza ha visto due esponenti di una delle bande più crudeli di tutta la capitale, picchiare prima una disabile e poi il barista di un locale alla periferia sud est della città eterna. Tutto è nato perché i due dovevano essere serviti per prima, le proteste della ragazza disabile hanno scatenato la rabbia dei due criminali, che prima hanno preso a cinghiate la donna e poi sono ritornati nel locale per picchiare il barista, un romeno, che a loro detta gli aveva mancato di rispetto. I due adesso sono accusati di lesioni gravissime con l’aggravante del metodo mafioso.

ENNESIMO CASO DI FEMMINICIDIO

È avvenuto questa volta a Rivoli un popoloso centro alle porte di Torino L’ennesimo caso di femminicidio. Erano le 10:00 del mattino quando un uomo di 75 anni Enzo Giorio, ha primo ucciso la ex moglie Maria Claudia Cornelli e poi ha rivolto verso di se l’arma, cercando di togliersi la vita. I due si erano sposati a novembre scorso Ma la loro storia d’amore è durata pochissimo e adesso tocca agli inquirenti ricostruire il movente del gesto. La pistola usata per l’efferato fatto di sangue era regolarmente detenuta, e fino a oggi l’uomo non aveva mai dimostrato di essere violento. Il 75enne che lotta tra la vita e la morte è piantonato al CTO di Torino.

UN EROE NORMALE SALVA I BAMBINI DI UNO SCUOLABUS E MUORE

Un vero e proprio atto di coraggio quello di Sante Quaranta un autista di 65 anni morto oggi a Fasano in provincia di Brindisi. L’uomo mentre era alla guida di uno scuolabus pieno di bambini si è sentito male per un attacco cardiaco, nonostante il dolore egli è riuscito a tenere il mezzo nella sede stradale ed arrestare la corsa dopo qualche centinaio di metri. immediatamente dopo si è accasciato sul volante ed è morto sul colpo. La sua storia ha commosso non solo quanti lo conoscevano ma anche tanti sconosciuti che hanno ammirato il suo coraggio, un coraggio che in questi tempi moderni è difficile da trovare. In tale contesto Il sindaco di Fasano ha fatto sapere di voler valutare il lutto cittadino.

FINALE DI COPPA ITALIA, OGGI VIGILIA DI JUVENTUS MILAN

Domani arriverà il primo verdetto della stagione calcistica 2017/18, si giocherà la finale di Coppa Italia. Juventus e Milan saranno l’una di fronte all’altra per giocarsi la vittoria della competizione con i bianconeri che aspirano a vincerla per la quarta volta di fila. I rossoneri invece sperano di fare il colpo con i sette volte campioni d’Italia per trasformare la stagione in un grandissimo successo. Nella giornata di oggi parleranno i due allenatori Massimiliano Allegri e Gennaro Gattuso che sveleranno anche qualcosa delle formazioni. La Juve dovrà fare a meno ancora di Giorgio Chiellini, mentre sembra essere pronto a tornare in campo Mario Mandzukic al ballottaggio con Paulo Dybala. Il Milan invece spera di riavere al centro della difesa Alessio Romagnoli che sta lavorando da tempo per giocare la partita in questione.

TAVECCHIO PUNGE IL CONI

Carlo Tavecchio, ex Presidente della Figc, torna a parlare del Mondiale 2018 che si giocherà in estate in Russia. Gli azzurri non si sono qualificati, fuori dopo un doppio confronto accesissimo contro la Svezia che gli azzurri non sono riusciti a superare. Tavecchio dopo 5 mesi e mezzo dalle dimissioni torna su quanto accaduto a SportItalia: “Senza i tagli effettuati dal Coni io mi sarei tenuto come commissario tecnico Antonio Conte perché avrei potuto pagarlo e lui sarebbe rimasto. Con Conte non saremmo mai rimasti fuori dal Mondiale”. Non rimpiange però di aver scelto Ventura: “Non è stato un errore, eravamo tutti d’accordo. Fu la decisione fu partorita con un’altra persona che era LIppi”. Parole importanti che sicuramente faranno discutere.

SIR ALEX FERGUSON FUORI DAL COMA

Arrivano buone notizie riguardo le condizioni di salute del leggendario allenatore del Manchester United, Sir Alex Ferguson. Colpito da emorragia cerebrale, Ferguson, 76 anni, è stato operato nella notte di sabato ed il decorso operatorio è buono ed incoraggia all’ottimismo i medici del Royal Hospital di Salford. Ferguson può già stare seduto e parla tranquillamente con i familiari: le prossime ore saranno decisive per valutare la ripresa dell’allenatore due volte Campione d’Europa alla guida dei Red Devils.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori