Festa della mamma 2018/ Storia e origini della ricorrenza: dal Fascismo a Raul Zaccari

- Carmine Massimo Balsamo

Festa della mamma 2018, domenica 13 maggio 2018 si celebra la maternità: la storia e le origini della ricorrenza, dal periodo Fascista a Raul Zaccari.

mamma_bambino_lavoro_lapresse_2017
(LaPresse)

Festa della mamma 2018, domenica 13 maggio 2018 si celebra la ricorrenza civile dedicata alla figura della mamma, alla maternità e all’influenza sociale delle madri. Una festa importante in Italia, in cui vengono celebrate coloro che ci hanno donato la vita: ripercorriamo la storia e le origini di questa ricorrenza, celebrata in giorni diversi nei vari Paesi del mondo. Non esiste infatti un unico giorno in grado di accomunare tutti gli Stati in cui l’evento viene festeggiato, sebbene per la maggior parte dei Paesi lo celebri nel mese di maggio. In Italia tutto è iniziato nei primi anni Trenta, nel periodo che vedeva il Fascismo al potere. La prima celebrazione risale al 24 dicembre 1933, con la cosidetta Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo: un evento in cui venivano premiate le madre più prolifiche del Paese e che veniva connesso con la festa per Natale. Nonostante ciò, non è considerato come la reale nascita della festa della mamma, essendo una celebrazione una tantum.

FESTA DELLA MAMMA 2018: LA STORIA

La nascita della festa della mamma intesa come è oggi risale agli anni Cinquanta. La prima occasione è legata a Raul Zaccari, ai tempi senatore e sindaco di Bordighera (Imperia): insieme a Giacomo Pallanca, decise di celebrare la festa della mamma a Bordighera, dapprima al Teatro Zeni e in seguito al Palazzo del Parco. La seconda occasione risale invece al 1957: il parroco di Tordibetto di Assisi (Umbria) Otello Migliosi decise di celebrare la festa della mamma nel suo forte valore religioso, come terreno di incontro e dialogo delle varie culture tra loro. Successivamente, nel 1958, lo stesso Raul Zaccari presentò al Senato della Repubblica italiana un disegno di legge per ottenere l’istituzione della ricorrenza: il dibattito si prolungò per un anno, con la festa della mamma che iniziò a prendere campo. In un primo tempo fu celebrata l’8 maggio, per poi essere spostata alla seconda domenica del mese di maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori