Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora Catalogna: Procura Germania chiede estradizione Puigdemont in Spagna

- Fabio Belli

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: Germania, Procura chiede estradizione in Spagna per l’ex presidente della Catalogna Carles Puigdemont, accusato di ribellione (1 giugno 2018)

Puigdemont_Carles_Lapresse
Carles Puigdemont (LaPresse)

Catalogna: Procura tedesca chiede estradizione dell’ex presidente Puigdemont

È notizia di oggi e arriva dalla Germania, nello stesso giorno in cui il premier spagnolo Rajoy è stato sfiduciato (con ribaltone del Psoe al Governo al posto dei Popolari): l’ex presidente della Catalogna Carles Puigdemont, detenuto in Germania dopo la fuga e l’arresto in seguito alla dichiarazione di secessione di Barcellona dalla Spagna, ha ricevuto una richiesta di estradizione da parte della Procura tedesca. I giudici dello Stato dello Schleswig-Holstein hanno fatto richiesta formale di estradizione in Spagna per l’ex leader indipendentista catalano alla Corte di Appello dello stesso Land che dovrà effettuare la decisione finale sulla spinosa questione giudiziaria. Nei reati contestati a Puigdemont vi è anche la “ribellione”, elemento centrale delle accuse all’ex presidente della Generalitat. Fa specie che la notizia arrivi esattamente nel giorno in cui Rajoy non è più Premier del Governo spagnolo, proprio colui che aveva sfidato con l’esercito a Barcellona il voto e referendum sulla indipendenza della Catalogna. (agg. di Niccolò Magnani) 

Oggi il giuramento del Governo Conte

E’ finalmente fumata bianca per il Governo gialloverde a maggioranza Movimento 5 Stelle e Lega. Giuseppe Conte, dopo un colloquio al Quirinale col Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha di nuovo ricevuto l’incarico di formare il Governo. Conte sarà Presidente del Consiglio ed ha presentato la lista dei Ministri, 18, dei quali 5 donne. Sciolto il nodo-Savona, il controverso economista sarà Ministro per le Politiche Comunitarie, mentre all’Economia è stato nominato il professor Tria. Per i leader politici dei partiti di maggioranza, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, rispettivamente il Ministero del Lavoro e il Ministero dell’Interno, e per entrambi il ruolo di vicepresidenti del Consiglio.

Tutti assolti per la morte di Giuseppe Uva

La corte d’Assise e d’Appello di Milano ha assolto tutti gli imputati coinvolti nella morte di Giuseppe Uva, un operaio deceduto a Varese nel Giugno nel 2008. I giudici hanno ritenuto che il fatto non sussistesse e hanno confermato il giudizio di primo grado emessa dal tribunale di Varese. Uva era stato fermato mentre stava spostando delle recinzioni, portato in caserma era stato trasferito in ospedale, qui la mattina dopo era deceduto per arresto cardiocircolatorio. Per la morte erano stati messi sotto accusa due carabinieri e sei poliziotti. Soddisfazione è stata espressa dai legali dei militari, per gli avvocati i giudici hanno riconosciuto l’infondatezza delle accuse. Alla lettura della sentenza i familiari dell’operaio si sono scagliati contro i legali dei carabinieri, accusandoli di aver falsificato la verità.

Scoppia la guerra dei dazi

Sordo a tutte le richieste , il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha deciso di andare avanti per la sua strada e ha dato ordine di applicare degli importanti dazi commerciali sull’acciaio e sull’alluminio proveniente da Unione Europea, Messico e Canada. La misura vorrebbe nelle idee dell’inquilino della Casa Bianca mettere un freno a quella che lui definisce concorrenza sleale. Immediata la risposta del Consiglio Europeo che per bocca dello stesso presidente Juncker che ha fatto sapere che gli esperti di Bruxelles hanno pronte delle contromisure adeguate alla situazione.

L’addio di Zidane

Come un fulmine a ciel sereno, questo è stato l’addio di Zinedine Zidane alla guida del Real Madrid. L’allenatore francese ha indetto una conferenza stampa ed ha comunicato la sua decisione di voler rescindere il contratto con i Blancos. L’ex giocatore ed ex capitano della nazionale francese ha detto di non avere più le motivazioni, dopo la terza Champions League vinta in tre anni, per poter allenare con serenità la squadra. Stupore del presidente Florentino Perez, che presa la parola ha ringraziato il tecnico. Si apre adesso la caccia al nuovo allenatore per una delle panchine più ambite a livello mondiale, in pole l’italiano Antonio Conte, con il tecnico barese in partenza dal Chelsea, ma si fa anche il nome dell’ex fuoriclasse danese Michael Laudrup. Zidane ha fatto sapere che allo stato attuale non è interessato ad allenare altre squadre, potrebbe restare fermo un anno.

Serie B: Ascoli salvo, Entella retrocessa

I play out del campionato di Serie B hanno emesso il loro verdetto. Dopo lo 0-0 dell’andata a Chiavari, replicando lo stesso risultato tra le mura amiche dello stadio Cino e Lillo Del Duca, l’Ascoli di Serse Cosmi si è guadagnato la salvezza, in virtù della migliore posizione in classifica. Sospinta da 10.000 tifosi, la formazione marchigiana ha respinto gli assalti dei liguri dell’Entella, costretti a tornare in Serie C dopo quattro stagioni di militanza in cadetteria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori