Trento, 4 mesi di reclusione per don Ezio Seppi/ Rubò i soldi dalle offerte per insabbiare un filmino hard

- Davide Giancristofaro Alberti

Trento, 4 mesi di reclusione per don Ezio Seppi: rubò i soldi dalle offerte per insabbiare un filmino hard. L’uomo è stato prontamente rimosso dal suo incarico

giudice_tribunale_pixabay
Pixabay

Quattro mesi di reclusione e 400 euro di multa nei confronti di un parroco che si è appropriato indebitamente dei soldi delle offerte. Il condannato è don Ezio Seppi, prete di Pilcante, Chizzola, Santa Margherita e Serravalle, tutti paesi che si trovano in Trentino Alto Adige, in provincia di Trento. L’uomo ha preferito patteggiare, evitando di entrare in aula e di subire un processo pubblico, che ovviamente avrebbe creato non poco imbarazzo. Ma c’è dell’altro perché nello stesso processo, come sottolinea Ildolomiti.it, il prete era sia imputato che parte lesa.

IL RICATTO SESSUALE

Don Ezio Seppi aveva infatti subito un ricatto a sfondo sessuale: circolerebbe un video dello stesso curato con due prostitute rumene, che il prelato voleva insabbiare pagando il “riscatto”. A ricattare l’uomo di chiesa, Sebastian Christian Cortea, condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione per estorsione e sfruttamento della prostituzione. I soldi rubati dalle offerte sarebbero stati quindi consegnati all’aguzzino per mettere a tacere il tutto, evitando così di rendere pubblico il filmino scandaloso. Oltre alla condanna, don Seppi ha risarcito la curia vendendo il proprio appartamento privato: l’uomo è stato prontamento rimosso dall’incarico di parroco.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori