CICCIOLINA: TOLTO IL VITALIZIO PER UN DEBITO/ Ilona Staller: debito da 50mila euro

Cicciolina: tolto il vitalizio per un debito. Ilona Staller fa causa all’amministratore del condominio ove abita, accusato di essersi intascato i suoi dolsi. Intanto MS5 e Lega vogliono…

cicciolina_2018_twitter
Cicciolina non è preoccupata per i tagli al vitalizio - Twitter

Un debito da 50mila euro sarebbe alla base del pignoramento del vitalizio da ex parlamentare per Cicciolina. Ilona Staller avrebbe perso il vitalizio per un debito che aveva nei confronti con il proprio condominio. Soldi che, invece, secondo Cicciolina, si sarebbe intascato l’amministratore contro cui ha intentato una causa. Il caso sarà risolto davanti alla legge, ma per Ilona Staller si tratta di una perdita importante. L’attività parlamentare di Cicciolina è iniziata nel 1987 come rappresentate del Partito Radicale. Il suo rappresenta uno dei casi della politica italiana che continua a far discutere gli italiani. Il caso di Ilona Staller, dunque, alimenta nuove polemiche sui vitalizi politici che rappresentano una grossa spesa per la spesa pubblica italiana (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

VITALIZIO PIGNORATO

A causa di un debito da 80 mila euro, hanno tolto il vitalizio ad Ilona Staller, conosciuta ai più come Cicciolina. L’ex pornostar è una delle persone più privilegiate del nostro paese, potendo infatti godere di una ricca pensione, il famoso vitalizio, a seguito della sua presenza in Parlamento. Nel mondo della politica ci è entrata per la prima volta nel 1987, dopo aver ottenuto ben 20mila voti candidandosi con il Partito Radicale del defunto Pannella. Un’occasione che ha permesso appunto all’ex attrice hard di poter godere ogni mese di un lauto stipendio, che il governo del cambiamento formato da esponenti dei Cinque Stelle e della Lega, vorrebbe abolire il prima possibile. Ma nel caso di Ilona, è stato un debito, come detto in apertura, a far decadere in parte il vitalizio.

L’AMMINISTRATORE SI E’ INTASCATO I SOLDI?

Come sottolineato dall’edizione online de La Repubblica, la Staller dovrebbe dei soldi al condominio dove abita, una super residenza in via Cassia in Roma con tanto di piscina, ma la stessa ritiene che la cifra di cui sopra sarebbe finita ingiustamente nelle tasche dell’amministratore, una somma che doveva servire per coprire spese varie, e che invece non si sa, stando a quanto denuncia l’ex diva del porno, dove sia finita. Il vitalizio, da un anno esatto a questa parte, le sarebbe stato quindi ecurtato di un quinto, e per riottenere ciò che le spetta Ilona ha deciso di intraprendere le vie legali puntando il dito contro l’amministratore di cui sopra. La Staller si è presentata a piazzale Clodio in compagnia del suo avvocato, Gianfranco Ferrari, per presentare una denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori