Ivrea, cerca di scavalcare ma precipita da balcone: grave 37enne/ Ultime notizie, aveva dimenticato le chiavi

Ivrea, cerca di scavalcare ma precipita da balcone: grave 37enne. Ultime notizie, la donna aveva dimenticato le chiavi di casa: allarme dato dai vicini

ambulanza_pixabay_2017
Immagine di repertorio

Ivrea, cerca di scavalcare ma precipita da balcone: grave 37enne. La vicenda si è verificata ieri in Corso Torino, una zona residenziale del comune piemontese: vittima Clara Russo. Come riportato da La Sentinella del Canavese, la donna aveva dimenticato le chiavi di casa e voleva rientrare nell’abitazione dopo una giornata di lavoro, riabbracciando così la figlia che aveva passato il pomeriggio con sua nonna: per entrare nell’appartamento la donna ha cercato di scavalcare dalla finestra della tromba delle scale, approdando così nel balcone. Qualcosa però è andato storto e Clara Russo è precipitata giù da una altezza di sette metri e quaranta. La mamma è finita sul selciato del cortile condominiale, colpendo la pensilina in cemento del portoncino di ingresso: è ricoverata al Cto di Torino e le sue condizioni sono gravi.

L’ALLARME DATO DAI VICINI

L’episodio è avvenuto verso le ore 18.30, con Clara Russo che è stata trasportata in elicottero all’ospedale torinese. L’allarme è stato dato dai vicini di casa, che hanno raccontato a lasentinella.gelocal.it: “Abbiamo sentito un urlo e poi il tonfo. Quando ci siamo affacciati abbiamo visto Clara a terra, in un lago di sangue”. “Preghiamo per Clara, siamo sicuri che ce la farà”, le parole dei genitori della donna. Sul posto sono immediatamente intervenuti due squadre dei vigili del fuoco, i volontari del soccorso e tre pattuglie del commissariato di polizia di Ivra. Pochi dubbi sulla dinamica, con la donna che è precipitata mentre cercava di passare dalla finestra al balcone del suo alloggio. I vicini di casa hanno poi sottolineato: “La conosciamo da una vita, è una ragazza fantastica. Ha un gran carattere: solare e generosa. Gentile con tutti. Adora sua figlia e si fa, insieme ai nonni, in quattro per non farle mancare niente. Se avessimo visto che stava tentando di scavalcare l’avremmo fermata e chiamato i vigili del fuoco per aprire quella maledettissima porta”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori