ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: Etiopia, bomba ad Addis Abeba durante comizio premier Ahmed (23 giugno)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: scoppia la guerra dei vaccini. I “paletti” del reddito di cittadinanza. Scattano i dazi sui prodotti americani. Appendino a processo. (23 giugno 2018).

africa_kenia_elezioni_protesta_lapresse_2017
Immagini di repertorio (Foto da Lapresse)

Un’esplosione si è verificata ad Addis Abeba, Etiopia, al termine del comizio del premier Ably Ahmed, rimasto illeso e immediatamente portato in un luogo sicuro. Come riportato dal sito web dell’Abbis Standard, fonti di polizia parlano di una “piccola esplosione”, a seguito della quale “poche persone sono rimaste ferite”. Una versione che non collima con quella fornita sui social dal premier Ahmed, che ha invece spiegato sui social media che vi sono “alcuni morti e feriti” e che l’attacco è stato portato da “chi vuole minare l’unità del Paese”. Ahmed, come spiega Avvenire, è diventato premier lo scorso 2 aprile ed è il primo capo del governo appartenente all’etnia Oromo, la cui discriminazione negli anni scorsi è stata al centro di aspre proteste nei confronti del vecchio esecutivo, costate la vita a centinaia di persone. (agg. di Dario D’Angelo)

SALVINI CONTRO I VACCINI

Scoppia la guerra all’interno del governo relativamente ai vaccini. Matteo Salvini si è scagliato contro di essi, affermando che tra i 10 imposti dal governo Gentiloni diversi sono inutili, quando non dannosi. Risponde a stretto giro di posta il Ministro della Salute Grillo, con l’esponente del Movimento Cinque Stelle che invece afferma che i vaccini sono “fondamentali” per la salute pubblica e che per il futuro sarà lo stesso Ministro a decidere. Di fatto l’affermazione di Salvini porta l’attenzione sulla Lega e non fa altro che oscurare il partito di Grillo, fomentando la ribellione della base dei grillini, che mal digerisce l’aumento di consenso del carroccio. Intanto nella giornata è arrivata la richiesta della Capitaneria a Malta di far attraccare la Lifeline, la richiesta è stata rifiutata.

I “PALETTI” DEL REDDITO DI CITTADINANZA

Finita la propaganda elettorale adesso i partiti si affannano a dare corso alle promesse fatte durante la fase pre elezioni. È stata la volta di Di Maio, con il vice premier che parlando dinanzi ad una platea di sindacalisti ha messo i “paletti” sul reddito di cittadinanza. Per il capo politico del Movimento Cinque Stelle la misura servirà per aiutare chi cerca un lavoro o ha perso l’occupazione, essa però sarà elargita a fronte di un impegno di almeno otto ore settimanali in lavori socialmente utili. Immediata la replica del Ministro Tria, il quale afferma che autorizzerà solamente interventi a “costo zero”.

SCATTANO I DAZI SUI PRODOTTI AMERICANI

La guerra commerciale voluta da Trump si arricchisce di un nuovo capitolo. Infatti in risposta ai dazi voluti dall’inquilino dello studio ovale su acciaio e alluminio provenienti dal vecchio continente, sono iniziati i dazi su circa 200 prodotti americani, che lo stesso vecchio continente importava. La maggiorazione vede coinvolti alcuni prodotti storici come i jeans Levis o le moto Harley, ma anche alcuni prodotti alimentari, agricoli e di largo consumo. Come affermato dal commissario UE al commercio Malmström le misure saranno abrogate quando l’america farà altrettanto. Non sono allo stato attuale da escludere nuove sanzioni, stante soprattutto che le misure imposte dagli USA valgono circa 7 miliardi di euro a fronte di dazi europei per meno di 3.

L’APPENDINO ANDRÀ A PROCESSO

Durissima richiesta della procura di Torino che ha reso noto che 15 persone saranno processate per i fatti di Torino, fatti conseguenti alla finale di Champions e che causarono la morte di una donna e il ferimento di altre 1600 persone. Per i giudici la serata non andava organizzata, soprattutto in virtù del fatto che la location scelta, Piazza San Carlo, non soddisfaceva i requisiti minimi di sicurezza. Tra coloro che dovranno sostenere il processo vi è anche il sindaco della città della Mole Appendino. La fattispecie di reato ipotizzata va da omicidio colposo a disastro, da lesioni gravi a gravissime. Se le accuse fossero confermato oltre una condanna penale gli accusati potrebbero dover sopportare un ingente esborso economico sotto specie di risarcimento danni.

MONDIALI 2018, COUTINHO SI PRENDE IL BRASILE. OGGI BELGIO E GERMANIA IN CAMPO

Continua a giocarsi la seconda giornata del Mondiale 2018 e si stanno delineando i nomi delle squadre pronte a giocarsi gli ottavi di finale. La Nigeria vince 2-0 contro l’Islanda e ora gli basterà un pareggio per mandare fuori l’Argentina. Bella vittoria del Brasile che liquida con un 2-0 il Costa Rica e si regala nuova credibilità dopo il pari contro la Svizzera. Non sono mancate le sofferenze con i gol di Coutinho e Neymar arrivati entrambi nei minuti di recupero. In serata la Svizzera supera 2-1 la Serbia dopo essere passata in un primo momento in svantaggio. Si torna in campo alle ore 14.00 di oggi quando il Belgio proverà a superare la Tunisia. Attenzione alle 17.00 a un match tra due mine vaganti come Corea del Sud e Messico. In serata la Germania prova a rialzarsi dopo il ko proprio contro i centroamericani, lo farà contro quella Svezia che ci ha impedito di partecipare al Mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori