BUON ONOMASTICO GIOVANNI/ Santo del giorno, 24 giugno 2018: frasi e proverbi di una ricorrenza sentita

- Matteo Fantozzi

Buon onomastico Giovanni, il santo del giorno oggi domenica 24 giugno 2018: frasi e proverbi di una ricorrenza molto sentita in Italia, il “Natale estivo”

croce_pixabay_2017
Pixabay

Buon onomastico Giovanni! Il santo del giorno, domenica 24 giugno 2018, è San Giovanni Battista, una ricorrenza molto sentita nel nostro Paese: si celebra infatti la nascita del figlio di Zaccaria e di Elisabetta, nato quando i genitori erano in tarda età. Meteo Web ha raccolto una serie di proverbi legati alla sua figura, ve ne riportiamo alcuni che hanno assunto grande valore nel corso degli anni: “San Giovanni non vuole inganni”; “San Giovanni col suo fuoco brucia le streghe, il moro e il lupo”; “La vigilia di San Giovanni piove tutti gli anni”; “Se piove il giorno di San Giovanni si asciugano tutte le fontane” oppure “Se piove il giorno di San Giovanni tanta saggina e poco pane”, “Chi non compera aglio il giorno di San Giovanni è poveretto tutto l’anno”; “San Giovanni Mietitore, San Pietro legatore”. I proverbi insegnano che: “Chi nasce la notte di San Giovanni non vede streghe e non sogna fantasmi”; “Quando la lavanda sente arrivare San Giovanni vuole fiorire”, “Se vuoi che i tuoi panni non vengano danneggiati dalle tignole, fagli prendere l’acqua di San Giovanni” . (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

NATIVITA’ DI SAN GIOVANNI BATTISTA

La Natività di San Giovanni Battista è una ricorrenza solenne per tutto il mondo della Chiesa cattolica. Tale festività è conosciuta universalmente anche con il termine “Natale estivo”. Si celebra il giorno 24 giugno, sei mesi prima rispetto alla nascita di Gesù Cristo. Non è una data casuale, ma rappresenta l’esplicito annuncio dell’arcangelo Gabriele, fatto dinnanzi alla Madonna. La sua nascita, avvenuta il giorno 24 giugno appunto, fu anticipata da una visione che ebbe suo padre Zaccaria, al quale apparve l’arcangelo, che gli annunciò la nascita del figlio, nonostante l’età avanzata della moglie Elisabetta, anticipandogli inoltre che sarebbe stato il Precursore del Figlio di Dio. La figura di San Giovanni Battista ha un’importanza capitale per la Chiesa, tanto che se ne festeggia la Natività. Soltanto altre due figure possono godere di tale privilegio: Gesù Cristo (25 dicembre, il giorno di Natale) e la Madonna (ricorrenza che cade il giorno 8 settembre). Nel vocabolario ecclesiastico, San Giovanni Battista è indicato con l’appellativo “Il Precursore”. La sua città natale viene fatta risalire presso il villaggio di Ain Karem, in Giudea.

Morì, dopo aver compiuto la sua missione (il battesimo di Gesù), nelle carceri di Erode, in Transgiordania, con il re che ordinò di decapitarlo, per mantenere la promessa fatta alla figlia di Erodiade, sua moglie, che in precedenza aveva divorziato dal fratello di Erode e contro cui si era scagliato Giovanni. La stessa Erodiade aveva convinto il re a condurre in carcere Giovanni, dopo l’attacco subito pubblicamente. Una volta divenuto adulto, San Giovanni Battista iniziò il percorso che lo avrebbe condotto a battezzare Gesù Cristo grazie alle acque del fiume Giordano, le stesse presso cui impartì il battesimo a migliaia di persone, esortando loro alla conversione. In poco tempo, fu riconosciuto da tutti come un profeta. Prima dell’arrivo di Gesù Cristo, da molti fu indicato come il nuovo Messia. San Giovanni Battista rispose loro che lui era soltanto il suo Precursore. In data 24 giugno, dunque, si celebra la sua natività e non la sua morte, come invece avviene per tutti gli altri santi della Chiesa, ad eccezione di Gesù Cristo e la Madonna.

SAN GIOVANNI BATTISTA, PATRONO DI TORINO, FIRENZE, GENOVA E…

In Italia, San Giovanni Battista è patrono di numerose città, tra cui Torino, Firenze, Ragusa, Genova e tante altre, di minore importanza. A Genova, all’interno della cattedrale di San Lorenzo, verrebbero custodite le ceneri del suo corpo, dato alle fiamme dai pagani durante il regno di Giuliano L’Apostata. Genova è il capoluogo della regione Liguria, nota località di mare, che può vantare un ricco patrimonio culturale, anche se il suo simbolo ancora oggi rimane la Lanterna, vale a dire il Faro, che ricorda a tutti – turisti e residenti – del passato glorioso vissuto dalla città, considerato il suo status di Repubblica marinara. Genova è celebre anche per il suo centro storico, caratterizzato dai caruggi, tipici vicoli risalenti al Medioevo, dove splendono Palazzo Ducale e Palazzo Spinola. Inoltre, vale la pena visitare Via Garibaldi, conosciuta anche come Strada Nuova, inserita nel Patrimonio Unesco.

GLI ALTRI SANTI FESTEGGIATI OGGI

Il giorno 24 giugno, oltre alla Natività di San Giovanni Battista, la Chiesa cattolica ricorda: Santi Agoardo e Agilberto, Sant’Eros, Sant’Orenzio, San Simplicio di Autun, San Teodgaro, San Tiu, San Teodolfo di Lobbes, Santa Maria Guadalupe, San Giuseppe Yuan Zaide, San Gunardo di Nantes, Santi Giovanni e Festo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori