Milano, rivoluzione Atm: si entra in metro con carta di credito/ Tornelli contactless pensionano il biglietto

- Niccolò Magnani

Metro Milano, rivoluzione Atm: si entra in metropolitana con la carta di credito. I tornelli “contactless” pensionano il biglietto cartaceo: come funziona e quanto costa

atm_metro_carta_credito_contactless_tornello_twitter_2018
Tornelli contactless nelle metro di Milano (Twitter Atm)

Una rivoluzione a Milano nei trasporti che fa un altro passo deciso verso la modernità tecnologica in Europa: da oggi in tutte le metro, Atm lancia i nuovi tornelli con servizio “contactless. In poche parole, si potrà entrare in metropolitana direttamente con la carta di credito “contactless” o con i servizi applicati agli smartphone (Apple Pay, Samsung Pay e tutti gli altri servizi bancari applicati su telefoni e orologi) senza più avere il biglietto cartaceo. A tutti coloro che già sono terrorizzati – specie i nostri cari genitori e nonni – urge subito una precisazione: il biglietto di carta rimarrà ancora e non verrà “pensionato”, almeno per ora, ma la rivoluzione di certo è cominciata. «Da oggi il biglietto della metropolitana si paga con carta contactless direttamente al tornello. Atm, #Mastercard e #VISA insieme per un nuovo modo di vivere il trasporto pubblico. #metrocontactless», si legge nel Tweet lanciato oggi dall’azienda Trasporti milanese che ha chiuso positivamente gli accordi con Visa e MasterCard, oltre che col Comune di Milano. «Da qui a tre anni Atm punta ad arrivare ad avere l’80 per cento di transazioni digitali e solo il 20 per cento su supporto fisico: Si tratta di un passaggio per rendere il trasporto locale ancora più amico dei cittadini», ha spiegato con soddisfazione Luca Bianchi, presidente di Atm, che assieme al direttore Generale Arrigo Giana ha personalmente inaugurato il primo “tap” nelle metro della stazione Duomo. «Entro fine 2018 vogliamo attrezzare con questo sistema altri tornelli, fino ad arrivare a 500. Oggi partiamo dalla metropolitana ma l’obiettivo è di estendere il sistema a tutta la rete di trasporto pubblico, anche ai mezzi di superficie, ma per questo aspettiamo di implementare la tecnologia 5g, in fase di sperimentazione a Milano», ha aggiunto il direttore Giana.

COME FUNZIONA IL NUOVO SERVIZIO “CONTACTLESS”

Il funzionamento è facile, rapido e molto comodo: d’ora in poi si potrà usare le carte di credito (o anche i bancomat, purché contactless) per poter entrare in metropolitana, basta appoggiarle nell’apposito lettore posizionato sui tornelli installati all’ingresso di tutte le stazioni metro dell’area urbana di Milano. Alla stazione di arrivo, poi, bisogna ricordarsi rifar passare la carta per uscire, come già avveniva da qualche anno con il biglietto cartaceo per la lotta all’evasione e mancati pagamenti sui trasporti milanesi. Attenzione però, bisogna sempre ricordarsi di far passare la carta anche all’uscita specie nelle stazioni – Centrale, Porta Genova e altre – che hanno ancora l’uscita libera: «e non si passa la carta all’uscita, il sistema applica la tariffa massima: e bisogna obbligatoriamente passare la stessa carta presentata all’ingresso. Per ora si può pagare un solo viaggio a persona, con le carte contactless: non se ne può usare una sola per pagare i biglietti di più persone. Se si incontra un controllore, basta esibire la carta di credito usata per il pagamento», come riporta il servizio FAQ di Atm. Il costo del viaggio in metro/mezzi superficie resta uguale e non vengono applicati costi di commissione da nessuna carta di credito: il servizio innovativo segue gli esempi positivi di Londra, Mosca, Singapore e Vancouver, un motivo di vanto per la città di Milano sempre più in rampa di lancio. Qui trovate tutte le risposte alle eventuali domani sorte sul servizio “metro-conctacless”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori