Giulia Bongiorno aggredita a Roma da molestatore/ Ultime notizie: solidarietà alla ministra solo dalla Lega

- Emanuela Longo

Giulia Bongiorno aggredita a Roma mentre si trovava in strada senza scorta: aveva cercato di difendere una donna da un malintenzionato che aveva finito per minacciarla.

giulia_bongiorno_la7_tv
Giulia Bongiorno aggredita a Roma

In queste ore si parla di Giulia Bongiorno più per l’aggressione subita che per la sua nomina al ministero della Pubblica Amministrazione. In realtà, l’avvocato avrebbe reagito prontamente davanti all’uomo che stava molestando una donna, allertando subito le forze dell’ordine. Come riportato dall’Ansa, l’uomo stava compiendo atti osceni davanti la chiesa di Sant’Andrea delle Fratte, nel centro di Roma, infastidendo i passanti. Tra questi una donna, che sarebbe stata avvicinata dall’uomo con parole sconclusionate in inglese, tirandosi giù i pantaloni. In quegli istanti stava passando Giulia Bongiorno che interviene subito cercando di allontanare il malintenzionato e allertando la polizia locale. A quel punto sono infatti partite due chiamate, una da parte della donna e l’altra dal legale. Sui social però sta montando l’indignazione di chi ha notato poca solidarietà nei confronti della neo ministra. (agg. di Silvana Palazzo)

LEGA, “UN MONDO FOLLE”

La sezione campana della Lega ha espresso solidarietà per Giulia Bongiorno, neo ministra della Pubblica amministrazione aggredita ieri in centro a Roma. «Un mondo folle. Solidarietà al ministro Giulia Buongiorno da tutto il direttivo regionale campano della #Lega. Soprattutto, solidarietà alla signora aggredita in una domenica da paura», il tweet di Giancarlo Borriello, portavoce di Noi con Salvini Campania. Il fatto è accaduto a poca distanza da Piazza di Spagna e dalla Fontana di Trevi, in via della Mercede. Doveva essere una tranquilla domenica per l’avvocato Bongiorno, prima del voto di fiducia del governo Conte, previsto per domani. L’intervento delle forze dell’ordine ha scongiurato il peggio. L’aggressore, seminudo e ubriaco, era in evidente stato confusionale: fermato dagli agenti, è stato poi portato in ospedale. (agg. di Silvana Palazzo)

MINISTRO SALVA DONNA E FA ARRESTARE UBRIACO

Non si è persa d’animo e non ha avuto paura neanche per la presenza del figlio lì con lei: il Ministro nota per le sue importanti campagne contro la violenza sulle donne – assieme all’amica Michelle Hunziker – ha fatto arrestare l’ubriaco molesto che stava importunando una donna passante di 40 anni. Sono partite due chiamate al 112 ieri pomeriggio:  una da parte della 40enne, l’altra da parte di Bongiorno stessa, secondo quanto spiegato dal Messaggero. Poi sul posto, spiega l’Ansa, è stato chiamato anche il 118 che ha portato l’uomo in ospedale per un molto probabile Tso in attesa del probabile arresto successivo. Sangue freddo e sicurezza per la Ministro della Lega entrata nella squadra del premier Conte su forte pressione degli ambienti salviniani (e non disdegnata neanche da Forza Italia). «C’è un’aria buonissima, un’aria di rinnovamento», ha spiegato in questi giorni la stessa Ministro della Pa chiamata all’importante incarico dopo le tante critiche piovute contro la sua “predecessora” Marianna Madia. «Le donne che ci sono si impegneranno per fare tantissimo. Io ci spero e ci credo», ha rilanciato ancora la Bongiorno che da ieri è ancora di più vista come “eroina” e simbolo per le donne.. (agg. di Niccolò Magnani)

BLOCCA UN MOLESTATORE

Giulia Bongiorno aggredita in pieno centro a Roma: è accaduto ieri pomeriggio, alle 17.45 circa. La neo ministra della Pubblica amministrazione stava passeggiando con il figlio, senza scorta, quando si è accorta di un un uomo, uno straniero con accento inglese, che stava aggredendo una donna. L’uomo, ubriaco, ha calato i pantaloni e ha molestato una donna alla fine di via della Mercede, davanti la chiesa di Sant’Andrea delle Fratte. Bongiorno è intervenuta in difesa della donna, ma l’uomo ha aggredito anche lei e solo l’intervento della polizia ha evitato il peggio. Sul posto è giunto anche il 118: l’ambulanza ha portato l’uomo in ospedale. Non è il primo episodio che vede un esponente della politica vittima di un’aggressione per le strade di Roma. Lo scorso 10 maggio la deputata di Forza Italia Michaela Biancofiore ha subito un tentativo di rapina mentre portava a spasso il cane in via Nazionale, sempre nel centro di Roma. La donna non si è persa d’animo e ha fatto arrestare l’uomo. (agg. di Silvana Palazzo)

GIULIA BONGIORNO AGGREDITA A ROMA

Quella che per Giulia Bongiorno, neo ministro della Pubblica Amministrazione del Governo Conte, sarebbe dovuta essere l’ultima domenica di relax prima dei grandi impegni, si è trasformata in una brutta aggressione ai suoi danni. A riportare i momenti di paura vissuti ieri in pieno centro a Roma è Il Messaggero: la Bongiorno si trovava insieme al figlio quando, all’altezza di via delle Mercede, a pochi passi da Piazza di Spagna, ha notato uno straniero con probabile accento inglese mentre camminava senza vestiti al centro della strada, pronunciando frasi senza senso. Ne nasce una situazione difficile da gestire per via del comportamento dell’uomo che sembra non essere in sé. Una donna viene avvicinata, aggredita e molestata dall’uomo che nel frattempo si è tirato giù i pantaloni. Il tutto sotto lo sguardo del ministro Bongiorno ed a pochi passi dalla sede del Pd. E così la politica non ci mette due volte prima di intervenire in difesa della donna 40enne e nel tentativo di allontanare il molestatore che intanto ha assunto un comportamento sempre più minaccioso nei suoi confronti.

L’ARRIVO DELLE VOLANTI

Alla luce di quanto accaduto, è stato immediato l’allarme al 112, partito inizialmente dalla 40enne vittima dell’aggressione, la quale era riuscita a divincolarsi dallo straniero fuori di sé. La seconda chiamata è invece partita proprio dal cellulare di Giulia Bongiorno. Sono attimi di attesa e paura, quelli che separano dall’arrivo delle forze dell’ordine che, giunte sul posto, in una via a quell’ora piena essenzialmente di turisti, sono riuscite a ripristinare l’ordine ed evitare così il peggio. La 40enne e la titolare della Pubblica Amministrazione hanno così riferito quanto accaduto ai militari sopraggiunti che hanno provveduto a portare via l’uomo molestatore. Lo spavento per il neo ministro è stato forte, ma grazie all’arrivo delle Volanti la situazione si è presto tranquillizzata e la Bongiorno, che in quel momento si trovava senza scorta, ha potuto proseguire la sua domenica tra le assolate strade romane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori