San Norberto/ Santo del giorno, il 6 giugno si celebra il fondatore dei Premostratensi

- La Redazione

Il 6 giugno si ricorda San Norberto di Prémontré, il fondatore dell’ordine dei Canonici Regolari Premostratensi. Fu canonizzato da papa Gregorio XIII nel 1582.

croce2_pixabay_2017
Santo del giorno: San Lanfranco Beccari

San Norberto, la storia

Il 6 giugno 2018, come ogni anno, la Chiesa Cattolica celebra la memoria di San Norberto, noto ancora oggi per aver dato vita all’ordine monastico dei Premostratensi. Norberto nacque intorno al 1010 in un piccolo paesino tedesco, Xanten, da una famiglia di origini nobili. Visse un’adolescenza caratterizzata da sfarzo e dissolutezza fino a quando un terribile incidente lo cambiò radicalmente, facendolo avvicinare alla fede in Dio. Un fulmine per poco non lo colpì in pieno ferendolo di striscio ma smuovendo in lui sensazioni e sentimenti del tutto nuovi. Decise così di intraprendere finalmente il suo cammino di fede e dopo essere diventato prete assunse l’importante carica di suddiacono e poi sacerdote alla corte di Enrico V. Ancora fortemente sconvolto dal pericolo scampato, Norberto decise di fondare un’abbazia nella piccola comunità di Fürstenberg, in Germania, lasciando l’intera infrastruttura e i terreni circostanti al cardinale della città di Palestrina. A partire dal 1118 riuscì a esaudire il suo desiderio di intraprendere un cammino di fede che lo portò a viaggiare in giro per l’Europa professando la fede in Dio. Tuttavia la sua esperienza itinerante durò solo un anno in quanto le sue predicazioni, molto spesso, criticavano aspramente alcune decisioni della Chiesa. I suoi superiori decisero così di affidargli un nuovo incarico nei pressi della città di Prémontré, dove riuscì a fondare una nuova abbazia dando vita all’ordine monastico dei Premostratensi. All’interno dell’abbazia di Prémontré iniziò ad attirare l’attenzione di centinaia di discepoli da tutta Europa, pronti ad ascoltare la sua parola di fede.

La fondazione dei conventi premostratensi

Iniziarono così a costituirsi diversi conventi premostratensi che, in un primo momento e su volere dello stesso Norberto, accettavano al loro interno anche le donne. Tuttavia la situazione cambiò nettamente quando diversi secoli dopo l’ingresso delle donne all’interno dell’ordine venne inibito dalla volontà di Papa Innocenzo III. Norberto si spense a Magdeburgo e attualmente le sue spoglie si trovano a Praga. Circa 5 secoli dopo la sua morte, nel 1582, la sua canonizzazione ebbe luogo a opera di Papa Gregorio XIII. San Norberto è il santo protettore delle partorienti e patrono della città di Magdeburgo, città tedesca di circa 230 mila abitanti ricca di storia e rinomata a livello turistico per i suoi numerosi luoghi e infrastrutture di interessa culturale, oltre che per le sue specialità culinarie come il Botel. Il 6 giugno, oltre a San Norberto, la Chiesa Cattolica commemora anche la memoria di santi e beati come Sant Artemio e Candida, Beato Bernardo di Aquileia, San Gerardo Tintori, San Gilberto e Santa Grazia Venerata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori