Bullismo, sedicenne arrestato a Cusano Milanino/ Calci, pugni e insulti nei confronti di due compagni

Bullismo, sedicenne arrestato a Cusano Milanino, calci, pugni e insulti nei confronti di due compagni di scuola: le violenze fisiche e psicologiche erano iniziate a ottobre

bullismo_pixabay
Emergenza bullismo - Pixabay

Nuovo caso di bullismo, questa volta in provincia di Milano. A Cusano Milanino, come riferiscono vari organi di informazione, a cominciare dall’agenzia Ansa, è stato arrestato un ragazzo di 16 anni, accusato di atti persecutori nei confronti di due o forse più compagni di scuola. A denunciare il giovane è stato il preside di un istituto scolastico non precisato della zona, dove tra l’altro era già stato denunciato uno studente per aggressione nei confronti dello stesso dirigente scolastico. I due malcapitati erano vittime di insulti e violenze fisiche e psicologiche da parte del bullo, un comportamento che è iniziato ad ottobre e che si è protratto fino a qualche settimana fa, quando è scattata la sospensione dello stesso aguzzino.

IL RAGAZZO E’ STATO ARRESTATO NELLA SUA ABITAZIONE

Il ragazzo è stato prelevato nella sua abitazione dai carabinieri, e portato in una comunità di recupero nel milanese. Queste erano le sue modalità di azione: sceglieva a caso uno studente del suo istituto (anche se le aggressioni avvenivano soprattutto verso due ragazzino), lo prendeva a calci e pugni, a volte gli stringeva anche le mani al collo per soffocarlo, e poi gli prendeva le cose e le lanciava dalla finestra; durante la lezione, inoltre, continuava a prenderlo di mira con palline di carta e altro. Dopo che è partita la segnalazione da parte del preside e di una collaboratrice scolastica, le due vittime sono state ascoltate in ambiente protetto dai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni; sentiti anche i compagni di classe che avrebbero confermato la versione esposta sopra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori