PALERMO, BOMBOLA DA SUB ESPLODE E UCCIDE 54ENNE/ Ultime notizie: zona messa in sicurezza dai vigili del fuoco

Palermo, esplode bombola da sub: un morto. Ennesimo incidente sul lavoro: la vittima, Paolo La Parola, è socio della ditta Tecnomare Paluzzo. Il racconto dei primi testimoni.

13.07.2018 - Emanuela Longo
ambulanza_pixabay_2017
Immagine di repertorio (Pixabay)

Tragedia a Palermo, Tragedia in via Di Marco, in via Vincenzo Di Marco, dove un uomo di 54 anni è morto travolto dall’esplosione di una bombola da sub. Paola La Parola, conosciuto come “Paluzzo”, è la vittima dell’incidente. Forse stava armeggiando la bombola per ripararlo: Palermo Today scrive che sarebbe stato colpito dalla valvola di una bombola da sub di nove litri caricata ad una pressione di 200 bar. Quando è esplosa non gli ha lasciato scampo. Il dramma si è consumato in pochi minuti: come riportato da Blog Sicilia, si è sentita un’esplosione molto forte. Un forte boato è stato avvertito da residenti e passanti, poi le urla che chiedevano aiuto. Per La Parola non c’è stato purtroppo nulla da fare. Non si registrano danni strutturali e la zona è stata messa in sicurezza dai vigili del fuoco accorsi sul posto. Oltre ai soccorsi, anche la polizia è intervenuta nel garage dove ha sede la società. (agg. di Silvana Palazzo)

PALERMO, BOMBOLA DA SUB ESPLODE E UCCIDE 54ENNE

L’esplosione di una bombola da sub ha provocato la morte di un uomo di 54 anni. La tragedia, come spiega Giornale di Sicilia nell’edizione online, è accaduta nella serata di oggi, venerdì 13 luglio, a Palermo precisamente in via Vincenzo Di Marco, a pochi passi dalla trafficata via Libertà. Erano circa le ore 18.00 quando si è registrata l’esplosione di una bombola presso la ditta Tecnomare Paluzzo srl che si occupa proprio di manutenzione di bombole destinate all’uso da parte dei sub. La vittima si chiama Paolo La Parola, ed era socio della medesima ditta nella quale si è consumato il terribile incidente mortale durante l’orario lavorativo. Secondo le prime indiscrezioni, l’uomo è stato trovato riverso per terra dai sanitari del 118 che sono stati prontamente allertati subito dopo l’esplosione. Sul posto sono intervenuti naturalmente anche gli agenti di polizia e i vigili del fuoco.

LE PRIME TESTIMONIANZE

Nonostante l’ampio numero di soccorritori giunti nella ditta Tecnomare Paluzzo srl, a pochi metri da via Libertà nel capoluogo Siciliano, per Paolo La Parola non c’è stato nulla da fare. I sanitari, infatti, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso provocato dall’incredibile esplosione di una bombola da sub e che avrebbe provocato la morte sul colpo per il 54enne coinvolto. Non è ancora chiaro il motivo per il quale si è verificato l’incidente dagli esiti drammatici e gli inquirenti sono proprio al lavoro in queste ore al fine di ricostruire le dinamiche. Stando al racconto di due clienti della ditta, ripreso da LaPrimaPagina, il titolare stava armeggiando con un martelletto sulla valvola della bombola da sub quando la parte superiore ha ceduto colpendolo violentemente al volto e non lasciandogli scampo. Ora toccherà ai tecnici dell’ispettorato del lavoro capire se l’incidente sia stato causato da imperizia o da una tragica fatalità. Accertamenti in corso anche in merito alle certificazioni di sicurezza della stessa bombola.

I commenti dei lettori