Fico su carceri e sovraffollamento: “Situazione critica”/ “Bisogna restituire dignità e futuro”. Su Grillo…

Sovraffollamento carceri, Fico: “Situazione critica”. Il presidente della Camera in visita a Poggioreale, Napoli: “bisogna restituire dignità e futuro”

roberto_fico_1_m5s_lapresse_2018
Roberto Fico (LaPresse)

Sovraffollamento carceri, Roberto Fico: “Situazione critica”. Il presidente della Camera, oggi lunedì 16 luglio 2018, ha fatto visita al carcere di Poggioreale, a Napoli, e ha fatto il punto della situazione sul tema delle carceri, tra gli argomenti più caldi sul tavolo del Governo. Nella struttura campana sono stipati il 40 per cento in più di detenuti rispetto alla capacità consentita, un dato che fa riflettere e sul quale l’esponente del Movimento 5 Stelle ha sottolineato: “Un istituto di detenzione deve garantire la dignità delle persone”. Il presidente della Camera ha poi sottolineato che garantire la dignità è necessario per un “percorso formativo e riabilitativo”, senza scordare che le persone che sono fermate per qualsiasi tipo di pensa sono in ogni caso delle persone e come tali vanno trattate”.

ROBERTO FICO IN VISITA A POGGIOREALE: LE SUE PAROLE

Come riportato dai colleghi dell’Ansa, Roberto Fico ha poi commentato: “Dobbiamo comprendere sempre che tipo di persona riconsegniamo alla società perché se pensiamo che sono rinchiusi per 10 anni e dopo escono senza un progetto, scollegati dalla società senza formazione, è chiaro che abbiamo fatto più un danno alla persona che è un vero servizio”. Dopo aver citato eventuali misure alternative, l’esponente pentastellato ha evidenziato: “Dobbiamo riuscire a trovare dei collegamenti profondi e forti tra ciò che avviene dentro e fuori in modo tale che quando si esce ci sia una persona rinnovata già collegata con la società”. Non poteva mancare un commento sull’idea del garante M5S Beppe Grillo di “un mondo senza carcere”: “Beppe nei suoi post fornisce una visione del mondo e crea dibattito”. Infine, l’attacco alle leggi precedenti che hanno appesantito una situazione già critica: “alcune leggi sbagliate, per esempio la Fini-Giovanardi che non distingue tra droghe leggere e pesanti, che hanno affollato le carceri”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori