La città dei morti sotto al parco giochi/ Polonia, scheletri di 80mila persone in un cimitero sotterrato

- Paolo Vites

Sotto a un parco giochi in Polonia durante alcuni lavori sono stati scoperti i resti di 80mila scheletri: era in realtà un vecchio cimitero, ecco di cosa si tratta

cimitero_pixabay
Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Bastava che un ragazzino scavasse una buca nel parco giochi di Bydgoszcz, una cittadina polacca, per mettere le mani su uno scheletro. Una scoperta agghiacciante quella fatta da alcuni operai che stavano cominciando a tastare il terreno del parco giochi dove da decenni si recano bambini e famiglie, in vista dell’ammodernamento e dell’ingrandimento dell’area giochi stessa, un lavoro per cui è stata stanziata la cifra di circa un milione di euro. Scavando, sono venuti alla luce una coppia di scheletri perfettamente conservati, e poi altri ancora. Alla fine il responsabile dei lavori ha calcolato che sotto al parco giochi giaccionoi i resti di almeno 80mila persone. Ma in realtà non avrebbe dovuto essere una sorpresa, perché l’ultima persona a essere stata seppellita qui fu nel 1945. 

IL CIMITERO SOTTO IL PARCO GIOCHI

Qui infatti, dove fino al 1918 era territorio tedesco, sorgeva un cimitero che era stato attivo sin dal 17esimo secolo. Nei primi anni 50 la nuova amministrazione comunista ne ordinò la chiusura, promettendo che avrebbe rimosso tutti i resti umani sotto terra, ma in realtà si limitarono a rimuovere le lapidi, lasciando gli 80mila scheletri al loro posto. I cittadini del quartiere, ricorda qualcuno, durante la rimozione delle lapidi si erano accorti che erano affiorate delle ossa, ma nessuno vi aveva dato importanza. Adesso si pone il problema di cosa fare: continuare i lavori ignorando quell’enorme numero di resti umani, o rivoltare tutto il terreno prima di riaprire il parco giochi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori