ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora. Paolo Borsellino, strage e depistaggi: il ricordo (20 luglio 2018)

- Fabio Belli

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: Calciomercato, ufficiale il passaggio di Alisson dalla Roma al Liverpool. L’anniversario della morte di Borsellino (20 luglio 2018)

paolo_borsellino_2018
Paolo Borsellino

Nel giorno in cui ricorre l’anniversario della morte del giudice Borsellino e dei cinque agenti della sua scorta, pesante affermazione della Corte D’Assise di Palermo, che ha reso note le motivazione della sentenza del processo sulla trattativa Stato-Mafia. Per i giudici le azioni degli imputati accelerarono la preparazione degli attentati del Luglio 1992, attentati che portarono alla morte oltre che di Borsellino anche del giudice Falcone. I contatti tra gli ufficiali dei Carabinieri da un lato e Vito Ciancimino dall’altro fecero intuire in Riina una “disponibilità dello stato” a trattare la sua resa e facendolo isolarono il giudice Borsellino, mentre quest’ultimo indagava senza soluzione di continuità sull’attentato che aveva portato alla morte dell’amico Falcone. Le motivazione si riferiscono alla sentenza del 20 Aprile scorso, sentenza che vide condannati Mori, De Donno, Subranni e Dell’Utri.

Spaccature nella maggioranza di governo

Il tema delle nomine in alcuni posti di sottogoverno ha di fatto spaccato la maggioranza di governo. Tutto ruota attorno ai nomi indicati dalla Lega per la presidenza della Cassa Depositi e Prestiti, Telecom e Rai. Che la questione sia seria lo indica il vertice richiesto dal premier Conte, vertice poi annullato per la manifesta indisponibilità di Salvini, con lo stesso leader del Carroccio che polemicamente risponde ai giornalisti che “neppure sapeva che il vertice fosse stato convocato”. Come se non bastasse l’Inps conferma che il ministro del Lavoro Di Maio conosceva perfettamente del calo degli occupati conseguente alla promulgazione del decreto dignità, la cosa non fa altro che irretire i rapporti tra gli alleati di governo.

Probabile processo per Alemanno

La procura di Roma ha chiuso le indagini relative a una presunta truffa per i lavori della metro C. I giudici in tale contesto hanno chiesto il rinvio a giudizio di 25 indagati, per essi le fattispecie di reato sono gravissime e vanno dalla truffa all’associazione a delinquere, dal peculato al falso d’ufficio. Tra gli indagati figurerebbe anche l’ex sindaco della città dell’Urbe Gianni Alemanno. Tutto verte attorno al pagamento di 320 milioni di euro, soldi che con false attestazioni servivano per la prosecuzione dei lavori ma il cui pagamento si poggiava su pezze d’appoggio platealmente false. Appena saputo della richiesta Alemanno ha dichiarato che l’inchiesta è totalmente falsa, l’ex sindaco ha fatto notare che ha già chiesto di essere sentito dai giudici, ma che la sua richiesta è rimasta inascoltata.

La UE si prepara ad una Brexit Hard

Nonostante gli sforzi nei negoziati che dovrebbero portare ad un’uscita dell’Inghilterra morbida, l’Europa si prepara a una Brexit Hard. Questo è quello che emerge da un documento presentato ai 27 dal portavoce della Commissione, Mina Andreeva. L’esponente della comunità nella comunicazione sottolinea che il capo negoziatore del vecchio continente sta lavorando in maniera dura per avere le migliori condizioni, la donna non può però escludere che sia la stessa Inghilterra a boicottare le trattative, e chiede ai 27 paesi rimanenti nell’Unione a prepararsi per uno scenario tutt’altro che idilliaco. La comunicazione giunge al domani del cambio del ministro inglese che dovrebbe curare la Brexit, cambio resosi necessario per l’abbandono del ministro precedente, in aperta polemica con l’esecutivo May.

Calciomercato, ufficiale il passaggio di Alisson al Liverpool

La Roma ha ceduto ufficialmente il portiere della Nazionale brasiliana Alisson al Liverpool. I Reds hanno pagato 62,5 milioni di euro ai giallorossi più 10 di bonus per l’estremo difensore, ma 5 milioni dovranno essere corrisposti dalla Roma all’Internacional, la squadra brasiliana dalla quale Alisson era stato prelevato. Il ds giallorosso Monchi ha affermato di stare lavorando per costruire una Roma più forte nonostante le cessioni di Alisson e Nainggolan, con il sostituto del brasiliano che potrebbe essere Olsen.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori