Verona, cadavere di una donna scoperto dopo 18 mesi/ Ultime notizie: era in stato di mummificazione

- Davide Giancristofaro Alberti

Verona, cadavere di una donna scoperto dopo 18 mesi. Ultime notizie: era in stato di mummificazione. Ha sessantanni e non aveva figli ne marito, viveva da sola

polizia_2018_pixabay
Genova, allarme bomba: tribunale evacuato - Pixabay

E’ stato rinvenuto nelle scorse ore il cadavere di una donna in quel di Verona. Come riferito dall’agenzia Ansa, in via Tunisi, nel quartiere Borgo Roma, attorno alle ore 19 di venerdì 20 luglio, è stato ritrovato il corpo di una donna di circa sessantenni le cui condizioni fisiche erano molto vicine alla mummificazione. Pare che la donna fosse morta da ben 18 mesi, un anno e mezzo, e nell’arco di questo tempo nessuna l’avrebbe contattata ne ricercata. Le cause del decesso sono ancora da verificare, ma dovrebbe trattarsi di un malore, avvenuto nei mesi di gennaio/febbraio 2017.

LA DONNA VIVEVA DA SOLA E NON AVEVA FIGLI

Una data a cui gli inquirenti sono giunti dopo aver controllato la cassetta della posta dell’abitazione della vittima, dove vi erano bollette che risalivano appunto al periodo indicato. La donna ha sessantenni, è di Verona, e non ha figli: viveva da sola, senza marito, ed anche per questo nessuno l’ha cercata durante il periodo da cui è deceduta. Molto probabilmente era in pensione, e ciò ha evidentemente contribuito alla “sparizione”. E’ stata disposta l’autopsia da cui si capirà la causa che ha provocato la morte della donna, anche se gli inquirenti stanno propendendo verso l’ipotesi della morte naturale, anche perché all’interno dell’appartamento non è stato trovato alcuni indizio che possa far sospettare di un omicidio o di un suicidio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori