Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: FCA, finita l’era Marchionne, sta male il CdA lo solleva (22 luglio 2018)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: finita l’era Marchionne. Continuano le ricerche della dodicenne in provincia di Brescia. Agguato a Seminara, ferito un adolescente. (22 luglio 2018).

Marchionne_Fca_Lapresse
Sergio Marchionne (Lapresse)

Sergio Marchionne non è più l’amministratore delegato di FCA. La misura ratificata dal consiglio di amministrazione si è resa necessaria visto che Marchionne non si è completamente ripreso dall’intervento chirurgico alla quale si è sottoposto alla fine del mese di giugno. A posto dell’italiano il consiglio direttivo ha scelto Mike Manley attuale AD di Jeep. L’amministratore delegato di Ferrari sarà da oggi l’italiano Louis Camilleri attuale responsabile di Philip Morris. A Marchionne che oggi non era presente, sono arrivati gli auguri di tutti il consiglio di amministrazione con lo stesso John Elkannche che è stato prodigo di riconoscimenti, verso colui che di fatto ha salvato l’allora Fiat e ha fatto decollare sui mercati mondiali l’attuale FCA.

CONTINUANO LE RICERCHE DELLA 12ENNE IN PROVINCIA DI BRESCIA

Non si fermano nonostante il maltempo le ricerche della ragazzina autistica smarritasi già da due giorni nelle pre alpi bresciane. La ragazzina di origine pakistane è scomparsa nella mattinata del giovedì, mentre era in gita con altri compagni. Inutili fino adesso le ricerche operate da un centinaio di soccorritori, sul luogo squadre specializzate dei vigili del fuoco con cani da ricerca e droni. Il sindaco di di Serle, Paolo Bonvicini, ha lanciato un appello per scongiurare l’intervento di persone poco esperte nelle ricerche, quest’ultime invece di portare vantaggio potrebbero finanche ostacolare i soccorsi. La procura di Brescia ha aperto un inchiesta con il PM che vuole vederci chiaro sul perché la ragazzina era senza custodia.

AGGUATO A SEMINARA, FERITO UN ADOLESCENTE

Un agguato di ‘ndrangheta ha portato alla morte di un boss emergente e al ferimento di un bambino di 10 anni. Tutto è avvenuto a Seminara, un popoloso centro in provincia di Reggio di Calabria, qui due uomini a bordo di uno scooter hanno atteso Giuseppe Fabio Gioffrè un boss emergente della malavita locale. Appena Gioffrè è giunto nonostante fosse accompagnato da un bimbo di 10 anni, figlio di una coppia di bulgari, i sicari hanno aperto il fuoco. Uno dei pallettoni ha colpito il ragazzino ferendolo gravemente, l’uomo invece è morto sul colpo. Il piccino subito soccorso è stato trasportato in ospedale, le sue condizioni sono definite gravi anche se non rischia la vita. Per gli investigatori l’efferato fatto di sangue è un chiaro agguato di ‘ndrangheta.

NUOVA VITA IN CASA MILAN

Il giorno dopo la sentenza del TAS che ha dato un po’ di ossigeno al Milan, con la conferma della partecipazione della squadra meneghina alla prossima Europa League, parte ufficialmente la nuova era. Oggi l’assemblea dei soci ha individuato in Paolo Scaroni la figura di presidente del club, successivamente saranno resi noti i nomi dei nuovi dirigenti. Scaroni già amministratore delegato di Enel e Eni subentra al vecchio management scelto dalla presidenza cinese, con i medio orientali di fatto esautorati stante la mancata ottemperanza dei vincoli economici. L’assemblea ha inoltre ratificato l’uscita di scena di Marco Fassone, quest’ultima vuole essere un segnale di discontinuità con il recente passato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori