Torino, scarafaggi nei ravioli al vapore/ Mamma incinta protesta e viene aggredita a bastonate

- Silvana Palazzo

Torino, scarafaggi nei ravioli al vapore: mamma incinta protesta e viene aggredita a bastonate. Le ultime notizie: la donna aveva chiesto rimborso, poi l’aggressione

ravioli_vapore_cinesi_pixabay
Ravioli al vapore, chiusi i locali cinesi (Foto: da Pixabay)
Pubblicità

Scarafaggi a cena, ma con ravioli. È successo a Torino, dove una donna di 35 anni ha trovato degli insetti nella porzione di pasta ripiena al vapore al ristorante Grande Bambù di via Casteldelfino. La signora, incinta al sesto mese e già mamma, ieri alle 18 ha comprato i ravioli cinesi per mangiarlo a casa. Il cibo da asporto presentava però degli insetti: lo ha scoperto quando nella propria cucina ha tolto la carta stagnola dal contenitore in alluminio che conteneva la pietanza. La 35enne, come riportato dal Corriere della Sera, ha allora deciso di tornare indietro per chiedere al ristoratore di ridarle i soldi dell’acquisto, oltre che per protestare. Quando ha raccontato all’uomo cosa le era successo, non ha trovato alcuna comprensione. «Non volevano restituirmi il denaro e allora visto che stavo protestando un uomo, che penso sia il proprietario, ha preso una scopa e mi ha colpita alla spalla più volte come se tenesse un bastone».

Pubblicità

SCARAFAGGI NEI RAVIOLI AL VAPORE: DONNA AGGREDITA DOPO PROTESTE

Oltre al danno, la beffa. Ha trovato scarafaggi nei ravioli cinesi che aveva ordinato, ma anziché essere rimborsata è stata aggredita. È quanto ha subito una donna di 35 anni, al sesto mese di gravidanza e già mamma. Sul posto è accorsa la polizia su chiamata della donna: due pattuglie, tra cui le Volanti, sono intervenute. La donna è pronta a sporgere formalmente denuncia, ma quando uscirà dall’ospedale Maria Vittoria, dove è stata ricoverata per accertamenti. Le sue condizioni sono buone, ma lo spavento è stato molto forte e, considerando che è incinta, è stata trattenuta in osservazione. Su TripAdvisor intanto è cominciato il boicottaggio del locale: «Prendere a bastonate una donna incinta di 6 mesi. Credo che non vi sia nulla di più grave al mondo. Vergogna», scrive un utente. «Esperienza eccezionale, coronata sul finale con inseguimento e infine percosse, armati di manici di scopa», ha scritto un altro. E c’è chi ha avuto altri problemi: «Ho mangiato e sono stato male per 2 giorni. Da evitare assolutamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori