TH RESORTS/ Con Cdp annuncia investimento di 25 milioni per l’ampliamento del villaggio di Ostuni

- Lorenzo Torrisi

Dopo la riapertura in tempi record e una stagione che sta andando a gonfie vele, il villaggio di Ostuni gestito da TH Resorts, di proprietà di Cdp, sarà oggetto di ampliamento

Ostuni_Th_Resorts
Il mare che circonda il villaggio Th Ostuni

Dopo la riapertura in tempi record e una stagione che sta andando a gonfie vele, il villaggio di Ostuni gestito da TH Resorts, di proprietà della Cassa depositi e prestiti, subirà un processo di ammodernamento ed espansione, con un investimento di 25 milioni di euro in tre anni. Al momento la struttura è dotata di 400 camere, il cui numero verrà ampliato. Verranno quindi realizzati un centro congresso da 1.000 persone e una spa da 300 mq. Oggi si è svolto oggi un momento di inaugurazione istituzionale, cui hanno partecipato, Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia, Gianfranco Coppola, Sindaco di Ostuni, Marco Sangiorgio, Direttore Generale Cdp Investimenti Sgr, Graziano Debellini e Gaetano Casertano, rispettivamente Presidente e Amministratore delegato di TH Resorts.

“Il nostro primo scopo era la riapertura per la stagione e l’abbiamo raggiunto. E’ stata una corsa contro il tempo, ma siamo riusciti a riassorbire il 70% del personale precedentemente in carico a Valtur, garantendo lavoro anche all’indotto” ha dichiarato Graziano Debellini, che ha anche evidenziato che la stagione dovrebbe chiudersi “ con 60.000 presenze, numeri impensabili solo a qualche mese fa”. “Abbiamo comprato la struttura un anno fa e vissuto il travaglio del fallimento di Valtur. Oggi è il momento di festeggiare questo straordinario recovery, ma non intendiamo fermarci qui. Stiamo già studiando come rilanciare il villaggio con investimenti importanti e mirati, che effettuati in partnership con un operatore leader nel settore turistico, in concerto con le amministrazioni, saranno in grado di proiettare la struttura in un mercato internazionale ed estrarre ulteriore valore da un territorio unico al mondo per qualità culturali e paesaggistiche”, ha aggiunto Marco Sangiorgio.

Gaetano Casertano ha ringraziato Cdp “per aver creduto in noi. Il loro ingresso in capitale ci ha permesso di rilanciare l’azienda, che gestisce oltre 30 strutture in Italia nel segmento leisure di fascia medio alta, ma un grazie va anche a tutti i lavoratori e alle maestraenze che oggi possono festeggiare con noi questo momento e guardare con positività al futuro”. Gianfranco Coppola ha evidenziato il legame tra il villaggio e la città di Ostuni. “Il rischio che la struttura rimanesse inattiva per questa stagione estiva è stato scongiurato in maniera esemplare dalla nuova proprietà, che ha permesso al territorio ostunese di non perdere una delle realtà turistiche più importanti. Sono stato felice di dare il benvenuto alla nuova proprietà a maggio scorso e lo sono adesso, durante un evento che annuncia una nuova e gloriosa fase per un villaggio vacanze obiettivamente meraviglioso. Se nella memoria collettiva della comunità ostunese questa struttura rappresenta una certezza, per il mercato turistico nazionale continuerà a essere un solido punto di riferimento. Tutto questo oggi è possibile grazie a TH Resort, alle prese con una scommessa invitante ma complessa, come per la mia amministrazione è l’attuazione del Piano comunale delle coste, che mi auguro possa entrare in vigore nel giro di un paio d’anni. Ringrazio la società per gli sforzi profusi e rinnovo l’invito a contare sulla collaborazione dell’amministrazione, affinché si possa continuare ad assicurare un futuro prospero e radioso per questo splendido scorcio di costa votato da lungo tempo all’accoglienza”.

Le conclusioni di questo momento di confronto sono state affidate a Michele Emiliano che ha visitato il villaggio e ha dichiarato: “Oggi abbiamo assistito a una bella pagina di imprenditoria italiana, fondata anche sul buon rapporto con le istituzioni. In questo progetto c’è grande passione, che è un elemento fondamentale. Molti immaginano l’economia solo come una questione di numeri, performance e competitività, tutte cose importanti, ma quello che restituisce risultato è proprio quella passione che l’imprenditoria italiana può ancora riacquisire e trasformare in una visione di bellezza globale. La bellezza del nostro Paese è un fattore competitivo e investimenti come questo sostengono la nostra economia e un turismo di qualità. Sono particolarmente grato al management e alla proprietà perché se questo villaggio non fosse stato tempestivamente riattivato oltre cento lavoratori non avrebbero avuto una prospettiva. Quindi un sincero grazie a nome della Regione Puglia per tutto ciò che è stato fatto e per tutto quello che verrà”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori