Caserta, migrante ferito con pistola ad aria compressa/ Ultime notizie: gli spari in faccia poi la fuga

Caserta, migrante ferito con pistola ad aria compressa. Ultime notizie: gli spari in faccia poi la fuga. L’episodio si è verificato nella giornata di ieri: denunciati due ragazzi

27.07.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
carabinieri_lapresse_2017
Milano, candeggina e benzina contro moglie: denunciato (LaPresse)

Ancora spari nei confronti di una persona per futili motivi. Come riferito da diversi organi di informazione online, a cominciare da TgCom24.it, un migrante originario della Guinea, ospite presso il centro di accoglienza di San Cipriano d’Aversa (provincia di Caserta), è stato colpito con una pistola ad aria compressa in pieno volto. Un episodio che si é verificato nella giornata di ieri, giovedì 26 luglio, e l’uomo avrebbe fortunatamente riportato solo una ferita superficiale guaribile in pochi giorni. Il migrante ha deciso di denunciare l’episodio e pare che a sparargli siano stati due ragazzi, che gli si sono avvicinati in moto per poi fare fuoco.

TANTI PRECEDENTI

Tanto spavento per il migrante, ma fortunatamente il caso si è risolto con una semplice ferita. Desta comunque preoccupazione questa escalation di episodi molto simili, in cui gente comune prende di mira altre persone (soprattutto stranieri), sparando loro contro senza alcun motivo. Lo stesso si è verificato quest’oggi a Vicenza, dove un uomo ha sparato dal proprio terrazzo, raggiungendo un operaio al lavoro su un’impalcatur, e colpendolo di striscio: non è ancora chiaro se l’arma fosse a salve o meno, fatto sta che il malcapitato è finito al pronto soccorso. Pochi giorni fa, invece, la bimba di quindici mesi colpita alla schiena da una pistola a piombini: la piccola non potrà più camminare.

I commenti dei lettori