ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: “Liguria sopra le righe”, al via il tour di Toti (28 luglio 2018)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: scontro nell’esecutivo sulla Tav. Liguria, al via il tour del governatore Giovanni Toti “Una Liguria sopra le righe”(28 luglio 2018).

giovanni_toti_1_lapresse_2017
Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria (LaPresse)

Si chiama “Una Liguria sopra le righe” la campagna di comunicazione inaugurata oggi dal governatore Giovanni Toti nella prima tappa di un tour partito da Palazzo Beato Jacopo a Varazze e snodatosi su un percorso giallo dedicato ai bambini, uno rosso pensato per l’arte e uno blu per le curiosità. Toti, come riportato da Savona News, ha presentato così l’iniziativa:”Vogliamo far conoscere tutta la Liguria e seguire dei percorsi coerenti che facciano scoprire quelle parti che troppo spesso rimangono in ombra rispetto alle spiagge e alle attività più conosciute. La Liguria è un territorio fatto di tante cose, di tradizione, di cultura popolare, di arte, di palazzi, di chiese bellissime, di parchi, con questa campagna le segnaliamo tutte basta seguire una cosa semplice intuitiva: ci si aggancia a queste strisce colorate che ti portano secondo un percorso coerente che abbiamo pensato con i sindaci e la sovrintendenza per far vedere ai bambini, ai turisti la bellezza della città”. (agg. di Dario D’Angelo)

NOMINE RAI, SALINI AD E FOA PRESIDENTE

Dopo un lungo braccio di ferro all’interno della maggioranza trovato l’accordo per la spartizione dei vertici RAI. Il nuovo amministratore delegato indicato dal Ministro Tria sarà Fabrizio Salini, Marcello Foa siederà nel consiglio di amministrazione e ricoprirà il compito di presidente dell’azienda pubblica. Le nomine sono giunte dopo un lungo faccia a faccia tra Tria, Conte, Di Maio e Salvini. Ed è proprio Di Maio alla fine del consiglio dei ministri odierno a indicare la composizione del consiglio di amministrazione, con il leader dei Cinque Stelle che sottolinea come esse mettano la parola fine a “parassiti e raccomandati”. Attaccano invece le opposizioni con il PD che parla di “lottizzazione selvaggia” in stile prima repubblica.

SPARA SUL TERRAZZO E FERISCE UN LAVORATORE DI COLORE

Forse l’ennesimo episodio di razzismo quello avvenuto in mattinata nel Vicentino, dove un italiano con origini argentine ha sparato con un fucile ad aria compressa, ferendo un lavoratore di colore che lavora per una ditta elettrica del luogo. Tutto è avvenuto di prima mattina, l’elettricista stava montando le luminarie per la festa del paese di Cassola quando ha sentito un colpo di fucile e poi un intenso dolore alla schiena. Immediatamente sceso dalla scala si è recato in ospedale, dove i medici hanno rinvenuto un pallino di un fucile ad aria compressa. Le immediate indagini operate dai carabinieri della locale stazione hanno portato alla perquisizione di una casa con terrazzo, qui i militari hanno rinvenuto alcuni pallini e un fucile di libera vendita. L’uomo, poi denunciato, ha ammesso di aver sparato ma ha affermato che era sua intenzione mirare ad alcuni piccioni che lo infastidivano. Il ferito non versa in gravi condizioni e dopo le prime cure è stato dimesso.

SCONTRO NELL’ESECUTIVO SULLA TAV

Che la Torino-Lione fosse un argomento caldo in seno all’esecutivo già lo si sapeva, esso però adesso è esploso in tutto il suo fragore. Per il ministro Toninelli l’opera non deve essere completata per Salvini invece essa deve essere portata a compimento. Le dichiarazione nascondono una guerra sotterranea con lo stesso Toninelli appoggiato da Di Maio e Conte che vorrebbero, anche a costo di pagare due miliardi di penali, abbandonare il progetto. Salvini però non ci sta e manda un segnale agli alleati dicendo che un’eventuale interruzione della TAV porterebbe a “grossi problemi” non solo per l’Italia ma anche per l’esecutivo di cui fa parte.

CONTINUA LA TRAGEDIA DELLA SAROST 5

Una nave fantasma, questo è di fatto diventata la Sarost 5 una nave che nessun paese vuole accettare. L’imbarcazione che il 16 Luglio forniva supporto logistico alle piattaforme petrolifere ubicate di fronte la Tunisia, ha a bordo 50 naufraghi raccolti durante l’ennesima tragedia del mare. Il comandante non trova però un porto di sbarco, stante che tutti i paesi europei rifiutano l’attracco. Intanto a bordo mancano viveri e acqua, la permanenza è resa inoltre difficoltosa dal fatto che tra i migranti vi è un uomo ferito e due donne incinte. Oggi a riportare la vicenda sui giornali è stata una ONG tunisina, chiedendo alle istituzioni un intervento immediato per “questioni umanitarie”.

BONUCCI VICINO AL RITORNO ALLA JUVE, E STASERA I BIANCONERI AFFRONTANO IL BENFICA

Leonardo Bonucci è sempre più vicino al ritorno alla Juventus. Il difensore centrale infatti è l’argomento principale del calciomercato degli ultimi giorni con la società bianconera che sembra intenzionata ad accontentare la richiesta del centrale. Sky Sport nella notte ha parlato di accordo raggiunto con uno scambio alla pari tra Bonucci e Mattia Caldara. I bianconeri avrebbero chiuso con il Milan anche un’operazione di prestito oneroso con Gonzalo Higuain pronto a seguire in rossonero l’ex difensore della Dea. Intanto stasera alle 19.00, ora italiana, i bianconeri affronteranno ancora per l’International Champions Cup contro il Benfica. Allegri in conferenza stampa ha poi aperto a Bonucci, sottolineando di non avere problemi con lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori