ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: migranti, stretta di Salvini sul diritto d’asilo (6 luglio)

- Fabio Belli

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: stretta di Salvini sul diritto d’asilo. Mondiali, oggi i primi quarti di finale: Uruguay-Francia e Brasile-Belgio (6 luglio 2018)

matteo_salvini_2_lapresse_2017
Matteo Salvini (foto Lapresse)

Giro di vite sul diritto d’asilo voluta dal ministro dell’Interno, che con una circolare invita i prefetti a concedere il diritto solamente nei casi strettamente indispensabili. Salvini vuole cosi limitare gli abusi, ma la paura è che i funzionari prendendo alla lettera la sua disposizioni, restringono brutalmente la concessione del beneficio. Come se non bastasse il titolare del Viminale ha spostato 42 milioni di euro dall’accoglienza ai migranti al capitolo dei rimpatri degli stessi, lo spostamento non fa altro che confermare come il segretario del carroccio abbia dichiarato guerra non solamente ai clandestini irregolari, ma a tutti coloro che si trovano nel nostro paese in fuga dalla guerra.

A Strasburgo slitta la riforma del copyright

Aula dell’europarlamento spaccata su quella che doveva essere una riforma ad ampio respiro del copyright, riforma che di fatto non è riuscita a trovare il consenso tra gli europarlamentari. Nel voto contrario ha pesato non poco la posizione del governo italiano, che fino alle elezioni dello scorso marzo era nettamente a favore della nuova norma. Non è un caso infatti che il vicepremier Luigi Di Maio appena saputo l’esito della votazione ha espresso sui vari social la sua soddisfazione per la bocciatura. Adesso il testo tornerà in aula a settembre, ma per gli analisti politici sembra molto difficile che la nuova legge veda la sua nascita prima delle prossime elezioni europee.

Tria cerca di rassicurare le agenzie di rating

Un ministro dell’economia a tutto campo quello che si è presentato dinanzi ai giornalisti per difendere l’operato economico dell’esecutivo giallo-verde. Per Tria infatti tutte le misure inserite nel contratto di governo sono possibili, a cominciare dal taglio delle tasse e dal reddito di cittadinanza, veri e propri cavalli di battaglia di Di Maio e compagni. Il titolare del maggiore dicastero economico italiano conferma che allo stato attuale non si ha il bisogno di una manovra correttiva, confermando al contempo la crescita prevista dal governo Gentiloni, che dovrebbe assestarsi sul valore di 1.6%. Importanti le rassicurazioni su eventuali uscite dall’euro, ipotesi che per Tria non è verosimile, in quanto un’uscita dalla piattaforma europea provocherebbe uno shock difficilmente ammortizzabile dall’economia italiana. Le parole di Tria puntano ad evitare un’eventuale downgrade delle agenzie di rating sul sistema economico italiano, eventualità neppure tanto remota, almeno a sentire le prime stime pubblicate dalle maggiori agenzie.

E’ rottura vera tra Cristiano Ronaldo e il Real

Una vera e propria rottura sancita dalla mancanza delle foto di presentazione delle nuove maglie, quella che in queste ore sta avvenendo all’interno delle mure di una delle squadre più importanti del vecchio continente: il Real Madrid. La mancanza di Ronaldo non fa altro che fomentare la suggestione che l’affare del secolo, quello che porterebbe CR7 alla corte di Allegri, è un affare che potrebbe vedere veramente la sua conclusione in tempi brevi. A Torino incontro organizzato di tutta fretta tra Massimiliano Allegri e Andrea Agnelli, fonti ben informate in tale contesto hanno lasciato trapelare che la società sarebbe persino disposta a “sacrificare” non solo Higuain ma anche Alex Sandro e il giovane Rugani.

Mondiali, oggi i primi due quarti di finale

Si affronteranno alle ore 16.00 Uruguay e Francia, in campo per il primo quarto di finale del Mondiale Russia 2018. Sudamericani alle prese con la probabile assenza del bomber Edinson Cavani, mentre i francesi puntano tutto su Kylian Mbappé, mattatore nel match contro l’Argentina. Alle ore 20.00, il Brasile di Neymar sfida il Belgio, in una sfida che appare l’ostacolo più duro fin qui trovato di fronte dalla Selecao. Le vincenti di questi due quarti di finale si affronteranno poi nella prima semifinale dei Mondiali.

Europa League, Tre Fiori nella storia per San Marino

Nelle gare di ritorno del primo turno di Europa League, il preliminare riservato alle squadre dei paesi in fondo al ranking Uefa, per la prima volta in 18 anni, da quando sono state ammesse le squadre del Titano alle coppe europee, una squadra di San Marino ha passato il turno. A Rhyl, in Galles, il Tre Fiori ha perso 1-0 contro i gallesi del Bala Town, capitalizzando la vittoria per 3-0 ottenuta a Forlì la scorsa settimana. Beffa all’ultimo secondo per l’altra squadra sammarinese, la Folgore Falciano: 1-1 contro gli andorrani dell’Engordany, col gol del pareggio costato l’eliminazione subito all’ultimo secondo del match.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori