Naro, agricoltore ucciso a colpi di zappa: arrestata famiglia romena/ Ultime notizie: lite per vecchi rancori

- Emanuela Longo

Naro, agricoltore ucciso a colpi di zappa: arrestata famiglia romena composta da madre, padre e figlio 18enne. Vecchi rancori familiari alla base del violento delitto.

carabinieri_omicidio_3_lapresse_2017
Dramma a Lido di Venezia, 25enne impiccato nel Parco (LaPresse)

E’ stata un’indagine lampo quella relativa alla morte di un uomo di 37 anni, ucciso ieri a Naro, in provincia di Agrigento, a colpi di zappa. La vittima è Pinau Constantin, agricoltore incensurato di origine romena, colpito mortalmente nell’ambito di una violenta lite. A meno di 24 ore, però, gli inquirenti avrebbero già individuato i presunti responsabili del delitto e per l’omicidio dell’uomo, spiega Repubblica.it, è stata arrestata una intera famiglia, anche essa romena. Già poche ore dopo l’omicidio di Costantin, i carabinieri avevano raccolto sufficienti elementi grazie alle numerose testimonianze e che avrebbero portato presto sulle tracce di tre soggetti, tutti appartenenti alla medesima famiglia. A finire così in manette con l’accusa di omicidio volontario in concorso erano stati il 44enne Vasile Lupascu, il figlio 18enne e la moglie di 38 anni. Secondo quanto emerso dalle indagini, i tre si erano appostati sotto l’abitazione della vittima aggredendolo e provocandogli ferite mortali. Coinvolta nella lite e rimasta anche lei ferita, la moglie della vittima. Resta tuttavia da chiarire il movente del grave delitto, anche se alla base della lite poi tramutatasi in tragedia pare vi fossero vecchi rancori tra le due famiglie romene.

LA LITE IN CENTRO E L’OMICIDIO

Era circa le 7:00 quando ieri mattina è giunta la segnalazione di una lite in corso, in pieno centro a Naro, con protagoniste diverse persone. Una volta giunti sul posto i carabinieri si sono ritrovati davanti una scena choc: bastoni, armi da taglio e tanto sangue. A terra anche Pinau Costantin, il 37enne ucciso a causa di una profonda ferita alla testa provocata da un violento colpo causato da un corpo contundente. Portato d’urgenza all’ospedale di Canicattì, l’uomo è morto poco dopo il suo arrivo. Grazie agli accertamenti compiuti prontamente dalla Scientifica, è stato possibile risalire a tracce importanti che in poco tempo avrebbero portato, grazie anche alle testimonianze, a rintracciare i presunti responsabili dell’omicidio. Ricostruendo il passato della vittima, gli inquirenti hanno appurato che anche di recente aveva avuto dei dissapori con la famiglia romena arrestata dopo un’intensa caccia all’uomo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori