TORINO, ARMATO DI PISTOLA MINACCIA: “TI AMMAZZO COME I CANI”/ Video shock ma sono tanti i dubbi sul filmato

- Silvana Palazzo

Torino, armato di pistola minaccia: “Ti ammazzo”. Video, ultime notizie: paura nel quartiere Barriera di Milano. Arriva la polizia che denuncia l’uomo: l’arma era ad aria compressa

torino_pistola_minaccia
Torino, armato di pistola minaccia: Ti ammazzo

E’ divenuto subito virale il video con protagonista un uomo armato di pistola, che ne minacciava un altro in un quartiere di Torino. Un filmato che come sottolineato dai colleghi di Giornalettismo.com, lascia comunque molti dubbi. Prima di tutto, non si vede chi viene minacciato; si è parlato di uno spacciatore di colore, molto probabilmente africano, ma non vi è alcuna certezza, ed inoltre, nessuno ha sporto denuncia ai carabinieri circa il gesto. Il 38enne italiano è stato comunque denunciato dopo l’intervento della polizia, che sta cercando di ricostruire l’accaduto, e si è inoltre scoperto che l’arma che si vede nel filmato era ad aria compressa, quindi, innocua. In rete si sono scatenati vari dibattiti dopo la diffusione del filmato, ed è spesso e volentieri facile tirare conclusioni affrettate, ma la realtà potrebbe essere ben diversa da quella che sembra. La cosa certa è che un uomo ha utilizzato una finta pistola per intimidire qualcuno, il resto è tutto da chiarire. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

BUFERA SUI SOCIAL

Le immagini dell’uomo armato di pistola che minaccia uno straniero per strada a Torino sono diventate virali sui social network. Questo ha scatenato una vera e propria bufera, con tantissimi commenti e il pubblico pronto a tuonare. Sono diverse le situazioni infatti che non quadrano a iniziare dai potenziali rischi che si sarebbero potuti correre e che avrebbero portato eventualmente anche a delle vittime. Inoltre si solleva il dilemma del razzismo dilagante, che per alcuni è dettato dal comportamento di Matteo Salvini ma che sarebbe meglio evidenziare come mal interpretazione dei discorsi del Ministro dell’Interno. Sicuramente siamo in un momento delicato e queste immagini, a prescindere dai colori politici e dai pensieri, non sono comprensibili. Vedremo quali saranno le decisioni dello stato italiano, pronto a intervenire ovviamente sul campo per fare in modo che questo non accada mai più. (agg. di Matteo Fantozzi)

LA PRECISAZIONE DELLA QUESTURA

Porta la mano con la pistola fuori dal finestrino, poi si ferma ed esce dal veicolo, quindi continua a piedi il suo percorso di ordinaria follia puntando l’arma contro un pusher di colore. Le immagini sono state registrate da un residente di Barriera di Milano, quartiere di Torino, e pubblicate su Facebook. L’italiano urla dopo essere sceso dalla vettura, come si vede nel video. Alla fine un ragazzo di colore gli si avvicina e gli parla tranquillamente, prima che l’uomo risalga sull’auto. «Ce l’avrà avuta sicuramente con qualche spacciatore» commentano sui social network. La questura di Torino, contattata da Giornalettismo, chiarisce il fatto: l’uomo con la pistola stava minacciando un’altra persona, che però non compare nel video. Non si può quindi sapere se si sia trattato o meno di una persona di colore. C’è solo la deposizione di un testimone a supporto della tesi. La polizia, inoltre, ha potuto attestare come l’arma in questione fosse una pistola ad aria compressa. (agg. di Silvana Palazzo)

TORINO, ARMATO DI PISTOLA MINACCIA: “TI AMMAZZO”

Pomeriggio di paura a Torino, in via Spontini. Una scena di ordinaria follia: un residente di Barriera di Milano ha ripreso un uomo mentre si aggirava per il quartiere con una pistola. Nel filmato si vede mentre la mostra dal finestrino prima di fermarsi e scendere dall’auto per minacciare un uomo di origine straniera. «Ti ammazzo come i cani» gli urla. «Ti ammazzo». Punta la pistola, che pare fosse una scacciacani, ad altezza uomo. Una scena da Far West. L’uomo è stato identificato e denunciato dalla polizia. Si tratta di un italiano di 38 anni, segnalato all’autorità giudiziaria per minacce aggravate. Un equipaggio delle volanti, allertate dai residenti attraverso alcune segnalazioni, lo ha raggiunto e denunciato. L’arma era ad aria compressa. Solo qualche settimana fa è avvenuta una rissa, questa volta a colpi di bottigliate, davanti ad anziani e mamme con passeggini che camminavano increduli in via Cecchi, una delle zone della città più colpite dello spaccio.

PAURA NEL QUARTIERE BARRIERA

Lascia la macchina in mezzo alla strada e scende con la pistola in pugno. «Ti ammazzo come un cane» dice ad un uomo. «Vieni qua, ti sparo addosso». Nel video non si vede a chi si sta rivolgendo, ma testimoni riferiscono che si sarebbe trattato di un uomo di colore. Molti residenti hanno visto la scena e, in preda alla paura per quello che sembrava un prologo a una scena da Far West, hanno chiamato la polizia ieri pomeriggio, mentre qualcuno ha ripreso la scena dal balcone. «Ecco che siamo arrivati alle armi» scrive l’autore del post su Facebook. Pare che l’uomo ce l’avesse con uno spacciatore di colore. Ad un certo punto l’uomo ritorna verso la macchina, ma nel frattempo arrivano le volanti che rintracciano il protagonista del gesto e lo denunciano per procurato allarme. Solo allora si è scoperto che l’arma, comunque pericolosa, era una pistola ad aria compressa, poi sequestrata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori