Esodo Ferragosto, traffico autostrade: bollino rosso/ Bollettino viabilità: code al Traforo del Monte Bianco

Esodo Ferragosto, traffico autostrade da bollino rosso. Le ultime notizie e il bollettino viabilità: prime code e rallentamenti oggi, domenica 12 agosto. La situazione sulle strade italiane

12.08.2018 - Silvana Palazzo
Autostrada_alto_lapresse
Immagini di repertorio (LaPresse)

Prosegue il nostro monitoraggio in tempo reale del bollettino della viabilità sulle autostrade in questo esodo di Ferragosto da bollino rosso. In questo momento, come riportato dal portale della società “Autostrade per l’Italia” sulla A1 Bologna-Firenze, al km 262.2 in direzione Milano, è venuta a formarsi una coda di un km tra Calenzano e Bivio A1-Variante a causa di un veicolo in avaria. Stessa problematica si riscontra in questi minuti sulla A14 Milano-Napoli-Ancona, per la precisione al km 9 verso Autostrada Milano-Napoli, con la coda formatasi nel tratto compreso tra Bologna Fiera e Bivio A14/Racc. A1 BO Casalecchio. Intanto non accenna a migliorare la situazione al Traforo del Monte Bianco, dove in corrispondenza Piazzale Italiano verso Chamonix i tempi di attesa sono sempre di un’ora e 15 minuti. (agg. di Dario D’Angelo)

CODA DI 2 KM SULLA A1 FIRENZE-ROMA

Si preannuncia una giornata complicata sulle autostrade italiane in questa domenica che per molti automobilisti sarà quella dell’esodo di Ferragosto. La società Autostrade per l’Italia ha parlato non a caso di “bollino rosso” e quanto sta accadendo in questi minuti sui principali punti di snodo sembra confermarlo. Al Traforo del Monte Bianco, ad esempio, in corrispondenza del Piazzale Italiano verso Chamonix c’è un’attesa prevista di un’ora e 15 minuti. Situazione molto complicata anche sulla A1 Firenze-Roma, al km 516 in direzione Milano, dov’è venuta a formarsi una coda di 2 km tra Bivio A1/Diramazione Roma Nord e Ponzano Romano a causa di un incidente. Sempre uno scontro è la causa della coda formatasi sulla A26 Ge.Voltri-SS 33 Semp.-Gravell.Toce all’altezza del km 145.1 (direzione Gravellona Toce) 

TRAFFICO DA BOLLINO ROSSO

Traffico da bollino rosso per l’esodo di Ferragosto. La situazione non è più critica perché il peggio sembra essere passato: la situazione va verso la normalità. Ma sei italiani su dieci, secondo la Coldiretti, in queste ore si sono messi in viaggio, quindi le reti autostradali sono state affollate da auto, caravan e roulotte a partire dalle prime ore del giorno, soprattutto in prossimità delle dorsali vicine alle dorsali vicine alle località balneari. A dura prova la rete autostradale dell’Emilia Romagna: uno dei punti più critici è il raccordo A1-A14 di Casalecchio dove è esplosa un’autocisterna nei giorni scorsi. Il tratto è stato aperto, ma si viaggia ad una sola careggiata e questo provoca a tratti code e rallentamenti da Castel San Pietro. Intanto è arrivata a tre chilometri la coda tra Belluno Svincolo e Bivio A27/SS 51 Alemagna per traffico intenso sulla viabilità ordinaria. È di un chilometro invece la coda tra Tarvisio Nord e Malborghetto, sull’A23, a causa di un incidente.

PRIME CODE E RALLENTAMENTI SULLE AUTOSTRADE

Il bollettino sul traffico per oggi, domenica 12 agosto, segnala una coda di due chilometri sull’14 Pescara-Bari, all’altezza del km 507. Nel tratto tra San Severo e Poggio Imperiale la coda si è formata per traffico congestionato. Risultava rallentato invece tra Modena sud e Bivio A1/A14 Bologna-Taranto per traffico intenso. Code a tratti invece tra Castellammare di Stabia e Salerno per traffico intenso. Situazione simile a Napoli, dove si è formata una coda alla barriera sud appunto per traffico intenso. Il peggio sembra essere passato, del resto quello di sabato 11 agosto è stato il giorno del grande esodo verso le mete di vacanza, caratterizzato da bollino nero per la mattina e rosso per il pomeriggio. Sono state registrate code anche di tre ore per i traghetti – soprattutto in Sicilia – in molti scali aeroportuali e nelle stazioni ferroviarie. Ieri si è intensificato anche il traffico al traforo del Monte Bianco, in uscita dall’Italia, con un’ora di attesa. Ma nel pomeriggio la situazione generale è andata via via normalizzandosi.

I commenti dei lettori