DIEGO DALLA PALMA, VILLA SVALIGIATA/ Rubato anche il computer. Il video su Facebook

- Bruno Zampetti

Diego Dalla Palma, villa svaligiata nella notte in provincia di Vicenza. Nel video su Facebook il truccatore spiega che gli è stato anche sottratto materiale di lavoro

diego_dalla_palma_facebook_alfredo_sabatini_2017
Diego Dalla Palma, Ph. Alfredo Sabbatini (Facebook)

DIEGO DALLA PALMA, VILLA SVALIGIATA

Brutta sorpresa per Diego Dalla Palma. Il noto truccatore ha subito infatti un furto nella sua villa in provincia di Vicenza. Lui stesso ha comunicato la notizia tramite il suo profilo Facebook ufficiale, in cui ha pubblicato anche un video in cui si può vedere la vetrata a pezzi rotta dai ladri. Nel filmato Dalla Palma chiede come mai siano stati portati via anche dei documenti di lavoro. “La vita riserva sempre nuove sorprese e questa non me l’aspettavo, ma tant’è… Non so cosa dire, la violazione della propria casa è uno scempio. Potrebbero avere rubato il pc a scopo di estorsione, ma non mi piegherò a ricatti. È un momento difficile, ma passerà”, sono altre sue parole riportate da Il Messaggero. A quanto pare complessivamente sono stati rubati beni per un valore complessivo di 50.000 euro. Quando i ladri sono entrati in azione, Dalla Palma si trovava fuori a cena con degli amici.

LA SOLIDARIETÀ SU FACEBOOK

Sono tantissimi i messaggi di solidarietà che Diego Dalla Palma si è ritrovato tra i commenti al post in cui ha fatto sapere su Facebook del furto subito. Le forze dell’ordine sono già state allertate e cercheranno di mettersi sulle tracce dei ladri. E persone comuni hanno deciso di far coraggio al noto truccatore. Molte hanno subito un furto e dicono quindi di capire bene cosa prova Dalla Palma, specialmente perché vedere derubata la propria casa è un po’ come sentirsi colpiti nella propria intimità. Ma anche chi non ha subito mai un furto si sente vicino a lui, anche perché nel video lo si può notare comunque scosso e giù di morale, specialmente perché gli è stato portato via anche del materiale di lavoro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori