Operata a 104 anni è già in piedi: “Il mio segreto? 2 birre al giorno”/ Ultime notizie: “fatto straordinario”

- Emanuela Longo

Operata a 104 anni, due giorni dopo l’intervento è già in piedi: nonnina di Taranto rivela il suo segreto: mangiare di tutto e bere due birre al giorno.

vecchia_nonna_anziana_pixabay_2017
Caregiver, il nuovo fondo in Manovra

Una donna di 104 anni di Taranto, è stata sottoposta nei giorni scorsi ad un intervento chirurgico perfettamente riuscito, dopo essere accidentalmente inciampata ed essersi rotto il femore. L’arzilla nonnina, a due giorni dall’operazione era già in piedi e con la sua voglia di vivere ha letteralmente conquistato l’intero staff medico, gli infermieri ed i dirigenti dell’ospedale SS Annunziata della cittadina pugliese. “Voglio tornare a casa, ho tanto da fare”, avrebbe detto la simpatica pensionata ai medici del reparto di Ortopedia e Traumatologia diretta dal dottor Lorenzo Scialpi. A riportare l’incredibile storia di forza e vitalità della donna tarantina, nonostante abbia già superato il secolo d’età, è il quotidiano Il Messaggero che riporta anche il segreto della sua smagliante forma. “Mangio di tutto e bevo due birre al giorno”, ha replicato a chi le chiedeva quale fosse il trucco per arrivare alla sua età nelle sue medesime condizioni psico-fisiche.

DONNA DI 104 ANNI OPERATA: IN PERFETTA SALUTE, ECCO IL SEGRETO

“Operare una persona all’età di 104 anni non è un fatto consueto e ancor più straordinario è il fatto che una persona di questa età superi così brillantemente l’intervento tornando a fare una vita normale”: così ha commentato l’incredibile risultato medico ottenuto il direttore generale dell’Asl di Taranto, che non è mancato dal far visita all’anziana paziente. In tanti, nei pochi giorni di degenza presso l’ospedale tarantino, non hanno potuto fare a meno di domandarle quale fosse il segreto del record raggiunto. La nonnina avrebbe dato a tutti la stessa risposta: “magiare di tutto e bere due birre al giorno”, ed a tal proposito avrebbe anche consigliato una birra prodotta nella sua città. La notizia è stata ripresa anche dalla Gazzetta del Mezzogiorno online, la quale ha anche aggiunto qualche particolare in più sulla donna: classe 1914, vive da sola ma nonostante questo non avrebbe perso la sua vitalità e la grande forza che la contraddistingue.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori