CAGLIARI, MORTA 64ENNE CHE HA UCCISO I DUE FIGLI DISABILI/ Mandas, nessuno saprà mai il motivo

- Davide Giancristofaro Alberti

Cagliari, donna uccide i due figli disabili poi tenta il suicidio. Ultime notizie, dramma famigliare verificatosi nelle scorse ore a Mandas, in Sardegna: ecco cosa è accaduto

carabinieri_2018_pixabay
Pixabay

Angela Manca si porta nella tomba il motivo dell’uccisone dei suoi due figli disabili. La donna infatti è morta dopo l’operazione con cui si era cercata di tenerla in vita. Nessuno saprà mai il motivo del gesto anche se è facilmente ipotizzabile nella depressione e la disperazione di chi vede ogni giorno i figli ridotti in tali condizioni. Forse sapremo dalla figlia e dal genero se la donna aveva manifestato in passato qualche segno che poteva far percepire la tragedia imminente. Il marito è morto dieci anni fa per una malattia al cervello (Agg. Paolo Vites)

MORTA ANGELA MANCA

Angela Manca, la donna di 64 anni che ieri a Mandas, in provincia di Cagliari, ha ucciso i suoi due figli gemelli di 42 anni, disabili e allettati, è morta. La donna si era sparata con lo stesso fucile da caccia usato per il duplice omicidio, ma era sopravvissuta. Le condizioni della donna però sono precipitate nella tarda mattinata di oggi, venerdì 7 settembre, dopo un lungo intervento chirurgico a cui era stata sottoposta ieri sera. I medici dell’ospedale Brotzu di Cagliari per tre ore hanno lavorato per rimuovere i pallini conficcati nell’addome e ricomporre le ferite. Angela Manca aveva però perso moltissimo sangue. Conclusa l’operazione, la 64enne era stata trasferita in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione, restando costantemente sotto osservazione. Questo però non le è bastato per restare in vita. Purtroppo, come riportato dall’Ansa, poco fa il suo cuore ha ceduto. (agg. di Silvana Palazzo)

PIANO PREPARATO A LUNGO

Li ha uccisi con un fucile da caccia, sparando due rose di pallini. Poi ha rivolto l’arma verso se stessa e si è sparata all’addome, ma è sopravvissuta. Era l’ora di pranzo quando si è consumata la tragedia. Secondo le prime ricostruzioni non è stato il gesto di disperazione sfociato in un momento particolare, ma era stato preparato da tempo. Ha infatti cercato e trovato le chiavi dell’armadio dove erano le armi da caccia, ha aspettato che non ci fossero in casa le due badanti che si occupavano dei figli e la figlia e il genero che era il proprietario delle armi. Un pensiero tenuto nel cuore a lungo, quello di una donna che non sopportava più la sofferenza, la fatica, il dolore quotidiano di due figli immobilizzati a letto, che avevano 42 anni (Agg. Paolo Vites)

LE PAROLE DEL SINDACO

Sul gesto disperato della 64enne Angela Manca, che ha ucciso a colpi di fucile i figli disabili, due gemelli quarantaduenni, prima di tentare a sua volta il suicidio, è arrivato il commento dell’ex Sindaco di Mandas, in Sardegna, Umberto Oppus, per circa 15 anni primo cittadino che conosceva molto bene la situazione della famiglia: “Una mamma eroica, forse schiacciata psicologicamente da una situazione troppo pesante“, ha affermato riferendosi ad Angela Manca, che era rimasta vedova una decina di anni fa. “Una famiglia di gente buona. La mamma non faceva mancare niente ai due figli e aveva organizzato per bene tutta l’assistenza necessaria per loro. Naturalmente lei era in prima linea, sempre presente.” L’aver saputo di essere malata ha probabilmente contribuito a scatenare la tragedia. (agg. di Fabio Belli)

MADRE GRAVE DOPO TENTATO SUICIDIO

È ancora gravissima in ospedale Angela Manca dopo il tentato suicidio seguito all’orrore del duplice omicidio dei due figli disabili: come riportano le cronache locali sarde, negli ultimi tempi la donna era stata vista molto più stressata del solito anche se era costantemente seguita non solo dalla figlia medico ma anche da uno specialista. Nella cura dei suoi figli era aiutata da badanti e assistenti presenti in casa dalle 8 alle 20, ma evidentemente qualcosa è scattato e la follia ha preso il sopravvento, causando una tragedia immane che ha shoccato letteralmente la comunità di Mandas. È ora ricoverata all’ospedale Brotzu di Cagliari ma è ancora in gravissime condizioni: gli inquirenti intanto stanno passando al vaglio la cerchia di conoscenza della signora, partendo ovviamente dai famigliari ancora attoniti per quanto compiuto dalla donna questa mattina. (agg. di Niccolò Magnani)

CAGLIARI, UCCIDE I DUE FIGLI DISABILI E SI SPARA

Tragedia famigliare avvenuta nelle scorse ore a Mandas, nel cagliaritano. Una donna ha ucciso i suoi due figli ed ha quindi tentato il suicidio, scampando alla morte. Come sottolineato da diversi organi di informazione online, a cominciare dai colleghi di Rai News, la donna ha 64 anni ed ha deciso di porre fine all’esistenza dei suoi due figli gemelli, costretti a letto da anni a seguito di una grave disabilità. Ha quindi preso il fucile da caccia del genero, ed ha fatto fuoco ai figli, per poi rivolgere l’arma a se stessa, rimanendo però in vita. Il tragico episodio si è verificato in un’abitazione in vico Salvatore Angelo Corrias, dove sono intervenuti tempestivamente gli uomini del 118 e i carabinieri della compagnia di Dolianova.

I FIGLI AVEVANO 42 ANNI

Sul posto sono poi giunti i militari del nucleo investigativo provinciale di Cagliari per effettuare tutti i rilievi del caso ed iniziare le indagini. Niente da fare per i due figli gemelli, morti a seguito del duplice sparo, mentre la donna è stata trovata ancora in vita ma in gravissime condizioni, e trasportata presso l’ospedale più vicino con l’elisoccorso. Al momento del duplice assassinio la madre dei gemelli era da sola in casa, con l’altra figlia che era in vacanza con il genero. La donna si chiama Angela Manca, mentre i figli Paolo e Claudio Calledda, di anni 42.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori