TARANTO, 39ENNE RISCHIA AMPUTAZIONE PENE/ Botti di Capodanno, uomo rischia di perdere testicolo

Botti di Capodanno, un 39enne di Taranto ha rischiato l’amputazione del pene per un petardo inesploso: ricoverato in gravi condizioni, rischia di perdere un testicolo.

01.01.2019, agg. il 02.01.2019 alle 11:27 - Carmine Massimo Balsamo
ossigenoterapia
Immagine di repertorio (Pixabay)

Arrivano aggiornamenti e buone notizie per il 39enne di Taranto rimasto gravemente ferito per i botti di Capodanno. Contrariamente a quanto riportato in un primo momento, non è stato amputato il pene ma ci è mancato poco: come sottolinea Il Giornale, i medici hanno temuto di dover procedere in tal senso ma per fortuna son bastati dei punti di sutura all’inguine per la ferita lacero-contusa sulla zona inguinale. Il trentanovenne è arrivato al pronto soccorso in gravi condizioni e con diverse escoriazioni su tutto il corpo: secondo quanto riferisce La Gazzetta del Mezzogiorno, è rimasto ferito dopo aver spostato un petardo inesploso che aveva trovato per strada. Trasportato d’urgenza all’ospedale SS. Annunziata di Taranto, è stato trasferito in un secondo momento nel centro grandi ustionati dell’ospedale Perrino di Brindisi: sottoposto a cure, è ricoverato con una prognosi di trenta giorni. Attesi aggiornamenti nelle prossime ore, l’uomo è monitorato dallo staff sanitario: non è ancora esclusa l’ipotesi che perda un testicolo. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

ALLARME A TARANTO

Si aggrava ulteriormente il bilancio dei feriti di Capodanno e arrivano notizie tragiche dalla Puglia. Come riporta Il Giornale, uno dei casi più gravi si trova a Taranto: tra i diversi casi di amputazione degli arti, quello che ha attirato l’attenzione più di tutti è quello di un 39enne che ha subito l’amputazione del pene. L’uomo è stato vittima di un’esplosione di un ordigno, che gli ha provocato diverse escoriazioni su tutto il corpo: dopo essere stato ricoverato al pronto soccorso, il trentanovenne è stato trasferito all’ospedale Perrino di Brindisi. Dopo quelli di Napoli, Milano e Bardonecchia, un altro caso di amputazione dovuto ai botti di fine anno.

PENE AMPUTATO A UN 39ENNE DI TARANTO: LE ULTIME NOTIZIE

Non sono state rese note le generalità dell’uomo ferito, ricoverato in gravissime condizioni a Brindisi: attesi aggiornamenti nelle prossime ore, da capire anche l’esatta dinamica della vicenda per accertare eventuali responsabilità. Ore di tensione in tutta Italia, e se Roma è stata colpita da numerosi roghi con cassonetti in fiamme, anche Taranto si è difesa bene: come riporta La Gazzetta del Mezzogiorno, solo nelle scorse ore sono stati incendiati 50 cassonetti. Questa la denuncia dell’Amiu, l’azienda per l’igiene urbana del capoluogo jonico, con 10 mila euro di danni su tutto il territorio. L’Amiu ha reso noto di aver «riconsegnato già all’alba del primo dell’anno una città in buona parte ripulita dagli effetti dell’incomprensibile inciviltà di alcuni cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA