Camilla, morta sugli sci in val di Susa: celebrati i funerali a Roma/ Lacrime, abbracci e palloncini bianchi

Camilla, morta sugli sci in val di Susa: celebrati i funerali a Roma. Lacrime, abbracci e palloncini bianchi fra la folla

12.01.2019 - Davide Giancristofaro Alberti
Camilla, morta sugli sci (foto da Twitter)

Si sono celebrati nella giornata di ieri i funerali di Camilla Compagnucci, la bambina romana di 9 anni morta a inizio mese dopo essere finita con gli sci contro una barriera frangivento in Val di Susa. Il rito funebre si è tenuto presso la chiesa del quartiere di Monteverde Santa Maria Regina Pacis in via Anton Giulio Barrili, nei pressi dell’abitazione della stessa famiglia. Moltissime le persone che hanno voluto salutare per l’ultima volta la piccola Camilla, e oltre ai parenti e agli amici più stretti vi erano anche semplici cittadini romani colpiti da questa tragica vicenda, una folla commossa che si è stretta attorno alla famiglia per un ultimo grande abbraccio. Lacrime, abbracci e palloncini bianchi hanno fatto da contorno al funerale celebrato ieri attorno alle ore 12:00, alla presenza del padre di Camilla, il signor Francesco, colui che di fatto ha visto la figlia morire sulle alpi della Val di Susa.

CAMILLA, CELEBRATI I FUNERALI A ROMA

Negli scorsi giorni era stata eseguita dal medico legale Paola Rapetti, l’autopsia sul corpo della piccola vittima, e gli esiti avevano confermato di fatto le anticipazioni: trauma cervicale causato dall’urto contro la barriera frangivento. La procura di Torino ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo iscrivendo sul registro degli indagati quattro persone, a cominciare dal responsabile degli impianti sciistici incriminati, passando per tecnici e dirigenti vari. Un anno fa, a duecento metri di distanza dal luogo dove si è spenta la bambina di nove anni, era morto Giovanni Bonaventura, un ingegnere di 31 anni che come Camilla aveva perso il controllo dei propri sci, finendo contro la barriera frangivento. Anche per il decesso del 2017 era stata aperta un’inchiesta, con gli stessi indagati: le due indagini sono state riunite in una sola. La pista “Imbuto”, dove si è verificato il tragico incidente, e altre tre, sono state messe sotto sequestro dai carabinieri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA