GESU’ BAMBINO RAPITO DAL PRESEPE/ Video, gli “insegnano e fumare” e si vantano su Instagram

Rapita statua del Bambin Gesù dal presepe di Lissone

03.01.2019 - Paolo Vites
Foto da Instagram

Vigilia di capodanno movimentato e blasfema a Lissone, in Brianza. Alcuni vandali non sapendo evidentemente che fare, ma certamente con disprezzo verso ogni cosa sacra, hanno “rapito” la statua a grandezza naturale del Bambin Gesù deposta nel presepe allestito sul sagrato della chiesa dei Santi Pietro e Paolo. Visti i precedenti in altre località, quella del presepe all’aperto è una idea da evitare, tanti sono i balordi in giro per le città italiane. Autori un gruppetto di ragazzotti si pensa del luogo, anche se l’account di chi ha pubblicato le foto e il video su Instagram appartiene a un giovane di Milano.

SIGARETTA IN BOCCA AL BAMBIN GESU’

Durante la scorreria, ben documentata con foto e video, hanno preso la statuetta e l’hanno messa in macchina, mentre commentavano la bravata con parolacce e bestemmie. In una foto si vede addirittura qualcuno infilare in bocca al Gesù Bambino una sigaretta. Prima di dare inizio al gesto, uno dei giovani si era steso nella mangiatoia. Le foto finiscono con il Bambin Gesù deposto in macchina, ancora adesso non si sa che fine abbia fatto. Durante la notte è stata rubata la natività del presepe da persone che non hanno né il rispetto religioso per ciò che rappresenta il presepe — aveva scritto il Circolo Don Bernasconi sulle colonne de Il Cittadino Mb — né il rispetto per le persone che lo hanno realizzato e per la comunità a cui era proposto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA