Saldi invernali 2019/ Al via sconti e offerte: lunghe code nei negozi a Bologna

Saldi invernali 2019: cominciano sconti e offerte, ma arrivano anche multe: a Milano “colpiti” 44 negozi per vendite promozionali anticipate. Lunghe code nei negozi a Bologna

05.01.2019, agg. alle 18:15 - Silvana Palazzo
Saldi_Shopping_Lapresse
Saldi invernali 2019 (Foto da LaPresse)

Entusiasmo in Emilia-Romagna per l’avvio dei saldi invernali 2019. È stato definito «positivo» dalle associazioni di categoria, che hanno registrato un buon afflusso di clientela pronta ad approfittare degli sconti. Repubblica parla di «lunghe code a Bologna», dove le vetrine delle vie del centro registrano ingressi per comprare a prezzi vantaggiosi, e così nelle altre città dell’Emilia-Romagna. «La valutazione e l’andamento sono tendenzialmente positivi», osserva Pietro Fantini, direttore generale di Confcommercio Emilia-Romagna. C’erano aspettative molto alte sui saldi, la prima risposta dunque è stata positiva. «C’è parecchio movimento soprattutto nelle città capoluogo anche per l’afflusso di turisti arrivati per le feste. I saldi erano attesi da sette italiani su dieci». In questo primo scorcio di saldi, sottolinea Confesercenti Emilia-Romagna, si registra un incremento delle vendite del 20 per cento rispetto allo scorso anno, con una spesa media di 190 euro. (agg. di Silvana Palazzo)

IL CALENDARIO DEI SALDI INVERNALI 2019

SALDI INVERNALI 2019 AL VIA

Al via la corsa ai saldi invernali 2019: è partita anche a Milano, dove le vie del centro sono affollate dalle prime ore del mattino, anche prima che i negozi aprissero. Sacchetti in mano per le persone che giravano tra corso Vittorio Emanuele, San Babila e via Torino. Non c’è un budget di spesa prestabilito, ma le previsioni dei commercianti sono ottimistiche. E gli acquisti per il momento riguardano soprattutto capi di abbigliamento. Per Federmoda Milano l’acquisto medio a famiglia sarà di 362 euro, quasi 170 euro a persona. La spesa complessiva sarà di 430 milioni di euro, mentre lo sconto medio sarà del 30-40 per cento. «In città le stime sui saldi sono leggermente migliori rispetto al dato nazionale e dello scorso anno – spiega Renato Borghi di Federmoda a Repubblica – Serve però un cambio di marcia nei consumi che può arrivare solo da una ripresa economica più solida. Auspichiamo che il 2019 parta nel segno della fiducia».

SCONTI, OFFERTE E MULTE

I saldi invernali sono cominciati e sono arrivate pure le prime sanzioni. Da qualche settimana la polizia locale ha cominciato a eseguire controlli sul rispetto del regolamento regionale del commercio. In particolare, nel periodo pre-saldi, sono state monitorate oltre 250 attività commerciali e sono state riscontrate 44 violazioni amministrative per saldi anticipati o vendite promozionali in periodo non consentito. A tal proposito è arrivato il commento della vicesindaco Anna Scavuzzo: «Il rispetto delle regole è fondamentale per difendere gli esercenti onesti danneggiati da chi pratica la concorrenza sleale. La polizia locale nei prossimi giorni proseguirà i controlli sul corretto rispetto della normativa sui saldi per tutelare i consumatori dai falsi ribassi», ha dichiarato, come riportato da Repubblica. Il segretario generale di Confcommercio Milano, Marco Barbieri, ha assicurato «piena collaborazione con il Comune nel contrasto delle pratiche commerciali scorrette». Inoltre, ha spiegato che «la legalità e l’osservanza delle norme costituiscono il fondamento su cui si basa l’azione del sistema associativo che rappresentiamo, a garanzia e tutela di tutti gli operatori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA