NIKI LAUDA RICOVERATO IN TERAPIA INTENSIVA: COME STA?/ Ultime notizie, grave influenza: ritorno in Austria

Niki Lauda ricoverato in terapia intensiva: ultime notizie, grave influenza per il tre volte campione di Formula 1. Ritorno in Austria, come sta.

06.01.2019 - Dario D'Angelo
Niki Lauda, come sta (La Presse)

Il mondo della Formula 1 è in apprensione per Niki Lauda, tre volte campione di Formula 1 e attuale presidente non operativo della Mercedes, che si trova ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale di Vienna ‘Allgemeinen Krankenhaus’ per una grave influenza contratta nel periodo delle feste. A riportarlo è il giornale austriaco ‘Kronen Zeitung’, secondo cui i medici avrebbero consigliato a Lauda il ritorno in Austria e il ricovero per evitare di indebolire ulteriormente il suo sistema immunitario dopo il delicato trapianto polmonare a cui l’ex campione di Formula 1 si è sottoposto l’estate scorsa. Lauda dopo il trapianto di polmone era stato dimesso a fine ottobre dopo tre mesi di degenza e aveva trascorso in famiglia il Natale nella sua casa di Ibiza.

NIKI LAUDA RICOVERATO IN TERAPIA INTENSIVA

Sono tantissimi i messaggi di sostegno che in questi minuti stanno arrivando per Niki Lauda, ricoverato in terapia intensiva per una grave influenza. Secondo quanto riportato dalla ‘ORF’, una portavoce dell’ospedale viennese ‘Allgemeinen Krankenhaus’ ha confermato che l’ex pilota della Ferrari, che compirà 70 anni il prossimo 22 febbraio, è in cura, ma che le sue dimissioni potrebbero essere previste nel corso della prossima settimana. Dunque da quanto trapela le condizioni di salute di Niki Lauda, al netto della grave influenza, non sarebbero tali da metterne a repentaglio la vita. Certo è che per il presidente non operativo della Mercedes, volto simbolo dell’intero circus della Formula 1, si tratti di un periodo complicatissimo dal punto di vista della salute: ma l’austriaco ha una pellaccia. La speranza di tutti gli appassionati di automobilismo, e non solo quelli, è che possa farcela anche stavolta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA