Valbondione, scivola sul ghiaccio e precipita in dirupo: morto 47enne/ Video ultime notizie, “lesioni letali”

Valbondione, scivola sul ghiaccio e precipita in dirupo: morto 47enne. Stava percorrendo un percorso non semplice, nella caduta ha riportato “lesioni letali”

06.01.2019 - Emanuela Longo
Courmayeur, cade con snowboard
Courmayeur, cade con snowboard (Aiut Alpin Dolomites Facebook)

Un uomo di 47 anni è morto dopo essere precipitato in un dirupo a causa di una terribile scivolata sul ghiaccio. Incidente mortale in montagna nella provincia di Bergamo, a Valbondione, in questo inizio di nuovo anno. A riportare la notizia è il quotidiano Il Giorno online che ha reso note le prime informazioni sul nuovo fatto tragico consumatosi ad alta quota. Dalle prime informazioni, pare che la vittima sia uscita da sola per fare un’escursione ma durante il suo tragitto avrebbe incontrato un gruppo di persone che procedevano sul medesimo sentiero conosciuto come “Lo scarico”. Si tratta di una sorta di scorciatoia usata soprattutto nella stagione estiva per arrivare più velocemente al rifugio Curò ma che in inverno, in particolare in questo periodo dell’anno caratterizzato da accumulo di neve e ghiaccio, il sentiero è decisamente più complicato e con un livello di pericolosità elevato. A spiegare quanto accaduto al 47enne residente a Berzo San Fermo sono stati gli stessi soccorritori che hanno spiegato: “Sul percorso però c’era del ghiaccio e l’uomo non indossava i ramponi. È scivolato e i traumi sono stati letali”.

SCIVOLA SUL GHIACCIO, PRECIPITA IN DIRUPO E MUORE: INCIDENTE IN MONTAGNA

L’incidente mortale che ha provocato il decesso di un escursionista 47enne è avvenuto esattamente poco prima delle 9 di questa domenica di festa, 6 gennaio, a 1700 metri di quota in località Tre Croci. Subito dopo essere scivolato e finito rovinosamente in un dirupo, gli altri compagni di avventura e che insieme all’uomo stavano compiendo il medesimo percorso hanno prontamente lanciato l’allarme. Sul posto è giunto l’elisoccorso di Bergamo con il supporto di alcuni tecnici della stazione di Valbondione i quali però hanno potuto solo constare il decesso dell’escursionista. Dopo essere precipitato, i traumi sono stati tali da non dargli scampo. Termina così, in maniera drammatica, la domenica che va a concludere le festività: la notizia della morte dell’uomo ha inevitabilmente scosso l’intera comunità Bergamasca dove subito sono sopraggiunte le prime informazioni di quanto accaduto in montagna.
soccor



© RIPRODUZIONE RISERVATA