“Frittelle gratis solo agli italiani”/ Nella bufera consigliere De Marchi di Mantova

- Davide Giancristofaro Alberti

Il consigliere comunale di Mantova, Luca De Marchi, nella bufera per la sua promessa ai soli bimbi italiani

Bufera attorno al consigliere De Marchi
De Marchi (Web)

Sta facendo discutere l’iniziativa di Luca De Marchi, consigliere comunale di Fratelli d’Italia a Mantova. L’esponente dei FdI ha promesso «Frittelle di Carnevale gratis ma solo ai bambini italiani», una trovata che è divenuta in breve tempo virale provocando non poca indignazione. In vista del luna park per le festività del carnevale, i bimbi mantovani potranno avere il gustoso dolce a titolo gratuito, ma solo quelli italiani e non gli stranieri. La distribuzione sarebbe dovuta avvenire nella giornata di venerdì, come riferisce l’edizione online de Il Messaggero, ma dopo che è scoppiata la bufera sul web le frittelle rimarranno dove stanno. L’iniziativa è infatti giunta anche alle orecchie di Giorgia Meloni, la segretaria generale di Fratelli d’Italia, che attraverso la propria pagina Twitter ha esternato il proprio dissenso:«Mi dissocio nella maniera più categorica dall’iniziativa presa dal consigliere de Marchi a Mantova, che lede l’immagine di FdI. Il consigliere la annulli immediatamente e porga scuse pubbliche o saremo costretti a prendere provvedimenti nei suoi confronti».

“FRITTELLE GRATIS SOLO AGLI ITALIANI”: BUFERA A MANTOVA

Dopo il tweet della Meloni è stato lo stesso De Marchi a fare un passo indietro, chiedendo scusa: «Annullo tutto ma vorrei che non si dimenticasse la mia storia. Sono dieci anni che aiuto tutte le settimane famiglie italiane in difficoltà. E sono cinque anni che distribuisco frittelle al luna park. Ho sempre detto “solo” ai bambini italianì, ma potete chiedere a tutti che nessun bambino andava via senza il suo dolce, anche i tanti stranieri che venivano». De Marchi, pochi giorni fa, aveva diffuso un comunicato in cui aveva fatto intendere che le sue intenzioni fossero state diverse: «Puntiamo lo sguardo sulle famiglie extracomunitarie che, in realtà, godono di numerose agevolazioni per quanto riguarda l’infanzia -mentre le famiglie mantovane troppo spesso devono rinunciare ai momenti di svago con figli perché subissate di pensieri riguardanti difficoltà finanziare».



© RIPRODUZIONE RISERVATA