21enne guarda la sua ragazza: lui lo investe con la macchina/ Video choc da Catania

Un 21enne è stato investito da un altro ragazzo perché stava guardando la sua fidanzata: il video choc

Video choc da Catania: ragazzo investito da 26enne
Video choc da Catania (Youtube)

Investe un giovane

perché “ha osato” guardare la sua fidanzata: il gravissimo episodio ci giunge da Catania, ed è raccontato dai colleghi di TgCom24.it. Venero Giovannino Nicolosi è salito in macchina, un’Alfa Romeo modello 147, ed ha messo sotto un giovane 21enne che aveva appunto scambiato uno sguardo con la fidanzata del primo. Quanto accaduto è stato immortalato in un video di una telecamera di sorveglianza posta nella zona, che mostra chiaramente l’Alfa investire in maniera volontaria il giovane, che poi vola sopra il cofano ricadendo rovinosamente a terra. Nicolosi aveva litigato con il suo “obiettivo” su Facebook, e dopo che gli sgarri sono continuati anche fuori dalla vita virtuale, ha deciso di agire: ora è stato denunciato ed è accusato di tentato omicidio aggravato. (in fondo il video choc di quanto accaduto) La vittima si trova al momento ricoverata presso l’ospedale Garibaldi Centro di Catania, ha riportato una serie di ferite e traumi, ma non è in pericolo di vita.

21ENNE GUARDA LA SUA RAGAZZA: LUI LO INVESTE CON LA MACCHINA

Stando alla ricostruzione, vittima e aguzzino avrebbero discusso casualmente nel parcheggio della piazzetta delle Fontane di Paternò, dopo che il 21enne aveva appunto guardato la ragazza di Nicolosi. A quel punto il diverbio è continuato anche sui social, dopo di che il 26enne, preso dalla rabbia, ha contattato alcuni suoi famigliari per organizzare una spedizione punitiva. Nicolosi agiva in macchina investendo il 21enne, mentre padre, fratello e cognato pestavano gli amici del giovane, infierendo poi sulla vittima riversa a terra dolorante. Il 26enne a bordo dell’auto, seriamente danneggiata, con una gomma a terra, un faro rotto, e alcune ammaccature, ha poi parcheggiato qualche centinaio di metri più avanti, per accertarsi che la spedizione andasse come doveva. Dopo di che il gruppo ha cercato di vendere il mezzo fin da subito, invano: per i quattro sono scattate le manette. Di seguito il video di quanto accaduto

IL VIDEO DI QUANTO ACCADUTO A CATANIA



© RIPRODUZIONE RISERVATA