INCENDIO AL CINEMA UCI DI CAMPI BISENZIO/ Firenze, evacuate 1200 persone

- Dario D'Angelo

Sabato sera movimentato all’Uci Cinemas di Campi Bisenzio (Firenze): sette persone trattate dal 118 per inalazione di fumo.

ultime notizie
Immagine di repertorio (Youtube, 2019)

Un principio d’incendio all’Uci Cinemas di Campi Bisenzio (Firenze) ha movimentato non poco il sabato sera di centinaia di persone che speravano di vivere una serata tranquilla davanti ad un film. Così non è andata, come riportato da La Nazione, dal momento che intorno alla mezzanotte ha iniziato ad uscire del fumo da un locale tecnico del multisala di Capalle, vicino al corridoio di ingresso. Il personale della struttura, notato ciò che stava accadendo,  ha fatto evacuare le prime quattro sale per precauzione mentre sul posto sono arrivati nel giro di pochi minuti i Vigili del Fuoco di Firenze e dei distaccamenti di Calenzano e Firenze Ovest. I pompieri, come riportato dal quotidiano toscano, hanno provveduto a spegnere il principio d’incendio ma hanno preferito non correre rischi ed evacuare per precauzione tutte le 12 sale del cinema, per un totale di circa 1.200 persone.

PRINCIPIO D’INCENDIO AL CINEMA UCI DI CAMPI BISENZIO

L’intervento all’Uci Cinemas di Campi Bisenzio per un principio d’incendio è proseguito fino alle 2,30 del mattino, quando di fatto ormai la gran parte delle persone avevano abbandonato il cinema ed aveva fatto ritorno nelle proprie case. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e il 118, con il personale sanitario che ha preso in carico sette dipendenti della struttura per controlli, a causa dell’inalazione di fumo. Ma quali sono stati i danni riportati dalla struttura in questo principio d’incendio? Come scrive La Nazione, “è stata dichiarata momentaneamente inagibile, in attesa delle opere di ripristino, solo la parte interessata dall’incendio”. In ogni caso l’apertura e il funzionamento del cinema non sono in alcun modo pregiudicati dal momento che la scorsa estate il cinema è stato profondamente rinnovato con importanti lavori di ristrutturazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA