ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora. Milano, bus travolge 2 agenti (17 febbraio 2019)

Ultime notizie di oggi, ultim’ora. Un autobus della linea Atm ha travolto a Milano due agenti di polizia, ora in gravi condizioni (17 febbraio 2019)

17.02.2019, agg. alle 14:00 - Silvana Palazzo
Autobus elettrico Atm
Autobus Atm a Milano (LaPresse, immagini repertorio)

Grave incidente avvenuto questa mattina a Milano, in pieno centro, zona piazzale Cadorna. Un autobus Atm della linea 61 ha travolto due auto della polizia, investendo tre agenti. Due di loro versano in gravi condizioni e sono stati immediatamente ricoverati presso l’ospedale Niguarda e il Policlinico. Non sono in pericolo di vita ma l’impatto con il mezzo pesante è stato devastante, come riferiscono numerosi testimoni. Non è ben chiaro cosa sia accaduto e secondo alcune voci circolanti, ma non ancora confermate, non è da escludere che l’autista del bus di linea abbia avuto un malore, con conseguente scontro con le volanti della polizia. Una teoria che comunque sembrerebbe essere esclusa in parte dal fatto che lo stesso autista del 61 sia stato ricoverato al Fatebenefratelli in codice verde, sotto choc. Forse il guidatore è stato distratto da qualcosa: è in corso un accertamento interno da parte dell’Atm nonché un’indagine per provare a ricostruire con esattezza l’intera vicenda. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: Diciotti, indagati Conte, Di Maio e Toninelli

Arriva la conferma: la procura di Catania ha iscritto sul registro degli indagati altre tre persone in merito alla vicenda Diciotti, leggasi il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, il ministro del lavoro e dello sviluppo economico, Di Maio, e infine, il titolare del ministero dei trasporti e delle infrastrutture, Danilo Toninelli. Come Salvini, i tre esponenti del governo sono accusati di sequestro di persona. Cosa succede ora? Con grande probabilità la procura catanese archivierà la vicenda, ma il tutto passerà poi nelle mani del tribunali dei ministri etneo che deciderà se chiedere o meno il processo per i tre suddetti. Al momento non è facile capire con certezza come evolverà la vicenda, anche perché Conte, Di Maio e Toninelli, se da una parte hanno parlato di “decisione collegiale del governo”, in merito alla volontà di non far sbarcare i migranti dalla Diciotti, dall’altra, appare chiaro come si sia trattato di una condivisione in termini generici e non del vero e proprio atto concreto di impedire lo sbarco. In attesa di capire come evolverà il tutto, domani si voterà sulla piattaforma Rousseau del Movimento 5 Stelle, in merito al processo o meno di Salvini: un voto cruciale per le sorti del governo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: anche Conte indagato?

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio e quello dei trasporti Danilo Toninelli potrebbero entrare presto nel caso della nave Diciotti in qualità di indagati. La notizia proviene direttamente da Roma, dove gli atti sul caso sono stati trasmessi a Catania, dopo la decisione del presidente della Giunta per le Autorizzazioni a procedere che si sta occupando del Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il fascicolo è infatti arrivato sui tavoli della procura etnea, qui il procuratore capo probabilmente deciderà, come nel caso di Salvini, per un archiviazione. Il PM sarà però “costretto” ad inviare gli atti al tribunale dei ministri, quest’ultimo sposando appieno la tesi che ha visto il coinvolgimento di Salvini dovrebbe decidere per la richiesta di autorizzazione a procedere anche a carico del Presidente del Consiglio e dei suoi due ministri.

Ultime notizie, l’opposizione assalta palazzo governativo di Tirana

Violentissimi scontri in Albania, dove l’opposizione di centro destra ha protestato duramente contro il governo di centro sinistra. Gli scontri hanno portato i manifestanti sotto il palazzo governativo, con una decina di essi che sono riusciti a scardinare il portone d’ingresso e a intrufolarsi nelle stanze dei bottoni. L’assalto dopo alcune decine di minuti è stato contenuto da un centinaio di agenti della polizia, schierati a protezione della sede dell’esecutivo in tenuta anti sommossa. Durante gli scontri si contano una decina di feriti tra poliziotti e manifestanti, le loro condizioni per fortuna non sono gravi. I manifestanti richiedono a gran voce elezioni anticipate, per il momento non si registrano dichiarazione da parte del presidente albanese.

Ultime notizie, Renzi boccia l’autonomia

Intervenendo per la presentazione del suo libro Matteo Renzi boccia l’autonomia delle regioni e facendolo gela i suoi compagni di partito, Gentiloni e Bonacini che portano avanti la tesi dell’autonomia differenziata. L’ex presidente del consiglio non è tenero con l’attuale legislazione, ritenendo che l’alleanza Movimento Cinque Stelle-Lega fa solamente male al bel paese. Rassicura inoltre i suoi compagni di partito sul fatto che rispetterà i risultati delle prossime primarie, affermando che fin quando il PD non opererà alleanze con i grillini lui metterà il massimo impegno nel suo nuovo ruolo di “gregario”. Renzi comunica inoltre l’intenzione di procedere alla denuncia di Travaglio e del Fatto Quotidiano, perché secondo lui hanno superato il limite della decenza.

Ultime notizie, rogo nella tendopoli di San Ferdinando: un morto

Un nuovo rogo probabilmente dovuto ad una piccola stufetta ha causato l’ennesima tragedia nella piana di Gioia Tauro. Questa volta a perire tra le fiamme è stato il senegalese di 29 anni Moussa Ba, il ragazzo stava cercando riparo all’interno di una barca abbandonata quando questa è stata avviluppata dalle fiamme non concedendogli scampo. L’incidente che è il terzo dal Gennaio dello scorso anno, ha suscitato le rimostranze del Ministro dell’Interno Salvini che immediatamente ha dichiarato che la baraccopoli deve essere “immediatamente sgomberata”. A difesa dei migranti si schierano però gli abitanti del luogo, spalleggiati dai sindacati che chiedono per i migranti condizioni più decenti e più umane.

Ultime notizie, Serie A: Cagliari e Milan battono Parma e Atalanta

Il Cagliari ha vinto in rimonta nel primo anticipo del sabato della 24esima giornata di Serie A. La squadra di Rolando Maran ha conquistato tre punti importanti per la salvezza contro il Parma. Alla Sardegna Arena è finita 2 a 1 per i sardi, che nel primo tempo avevano subito la rete di Kucka (40’). Poi sono stati bravi a reagire nella ripresa. Pavoletti ha trovato il gol del pari al 66’, mentre all’85’ ha completato la rimonta con un colpo di testa. Nel finale di partita è stato espulso Joao Pedro per doppia ammonizione. Il Milan invece ha battuto l’Atalanta consolidando il quarto posto in classifica. Davanti al proprio pubblico, la Dea era partita meglio e aveva trovato il vantaggio al 33’ con Freuler. Il pareggio del Milan è arrivato in pieno recupero grazie ad una girata al volo di sinistro di Piatek. Nel secondo tempo è arrivato il gol di Calhanoglu, la sua prima rete in campionato (56’), mentre al 61’ ha messo sulla testa di Piatek il pallone del 3 a 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA