AUTOBRENNERO, MIGLIORA SITUAZIONE IN A22/ Defluisce traffico pesante verso Nord, caos su tratta ferroviaria

- Davide Giancristofaro Alberti

Riaperta parzialmente l’autostrada del Brennero, A22: ancora criticità ma inizia a defluire il traffico pesante verso Nord, le ultime notizie

Autostrada Brennero bloccata per neve
Autostrada Brennero (Twitter)

La situazione sull’autostrada A22 registra nelle ultime ore un leggero miglioramento anche se continuano ad esserci ancora non poche criticità. Secondo quanto riporta LavocediBolzano online, l’Autobrennero è stata riaperta in direzione Nord tra lo svincolo di Vipiteno e il passo Brennero per tutti i mezzi ma resta attivo il divieto di entrata per tutti i mezzi da Bolzano Sud verso Nord. La carreggiata A22 in direzione Sud è percorribile e su questo tratto defluiscono i mezzi pesanti rimasti bloccati verso Nord. Nonostante le difficoltà, il traffico pesante sta iniziando a defluire seppur lentamente. C’è in corso un grande lavoro da parte degli ausiliari del traffico impegnati in queste ore a liberare i mezzi pesanti rimasti bloccati a causa di possibile manovra incaute e inadeguate dotazioni invernali. Resta tuttavia ancora problematica la circolazione ferroviaria sulla linea del Brennero. Tra Brennero-Bolzano la tratta resta ancora bloccata mentre è ripartita quella tra Bolzano e Brennero. I rallentamenti, in generale, restano ancora evidenti. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“BLOCCATI PER 12 ORE IN AUTO, CI HANNO LASCIATI SOLI”

L’autostrada del Brennero è stata parzialmente riaperta dopo il caos neve di ieri: al momento si viaggia in direzione nord, verso l’Austria, ma solamente sulla corsia di sorpasso, visto che quella principale è occupata da svariati tir incolonnati. Numerose le persone che hanno vissuto un vero e proprio incubo, fra cui Valeria, 47enne, e il figlio Niccolò di 15 anni, rimasti bloccati per circa 12 ore nelle nevi dell’A22: volevano raggiungere il papà in Germania, 43enne di Pesaro trasferitosi al nord dove fa l’infermiere, ma si sono imbattuti nel maltempo dell’Alto Adige. «Sono partita alle 3 del pomeriggio da Pesaro – racconta la sua odissea ai microfoni di Quotidiano.net – ho una 500 X. Fino quasi a Vipiteno, tutto ok. Inizia a nevicare, faccio il pieno. A 30 km da Vipiteno, traffico intenso, neve. Già qui, diversi camion si sono impantanati. Aspettiamo un’ora, poi, a zig zag tra i camion, io e altre due auto, percorriamo altri 10 km». A quel punto sono rimasti totalmente fermi e immobili: «Da quel momento siamo rimasti fermi. Erano le 22 e 30 circa. All’inizio la polizia è venuta, ‘mi spiace’ mi ha detto un agente, ‘verranno degli automezzi a spostare il camion…’. Poi non ho più visto nessuno, se non una pattuglia della polizia nell’altra corsia, ma non mi hanno chiesto se avevo bisogno di qualcosa». La notte passata insonne, a controllare che arrivasse qualcuno e nel contempo a vegliare sul figlio e l’amico: «Alle 8 arrivano i mezzi dell’autostrada, poi altri mezzi, spostano il camion che faceva da tappo. Bastava che arrivassero prima e risolvevamo. All’uscita ho pagato anche il pedaggio, 36 euro, ma mio marito mi ha detto che non avrei dovuto». Furioso il marito, che ad un certo punto ha temuto il peggio: «Nessuna assistenza, autostrade in primis, se chiamavi il numero verde c’era una voce registrata che diceva che al Brennero c’era coda per neve. A un certo punto mi chiedevo se dovevano morire in auto». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

BRENNERO, AUTOSTRADA A22 PARZIALMENTE RIAPERTA

E’ stata riaperta seppur in modo parziale, l’autostrada del Brennero A22. Dopo la chiusura di ieri le autorità sono riuscite a riaprire il tratto incriminato in direzione nord, ma solo parzialmente: si può infatti percorrere solo la corsia di sorpasso visto che l’altra è interamente occupata dai tir incolonnati. Sono stati proprio i mezzi pesanti a bloccare l’autostrada, che sprovvisti di catene e gomme invernali sono finiti di traverso, interrompendo di fatto la circolazione dell’A22 in direzione Austria. Al momento, sulla corsia sud alla barriera di Vipiteno, si segnalano sei chilometri di coda, chiaro indizio di come la situazione non sia stata definitivamente risolta. «Chiediamo un’indagine per interruzione di pubblico servizio e blocco stradale – l’appello del Codacons – ma anche di identificare e indagare tutti i conducenti di Tir e auto entrati in autostrada senza il necessario equipaggiamento». Carlo Costa, direttore tecnico generale dell’A22, ha spiegato: «La situazione è stata causata da numerosi mezzi pesanti non attrezzati, che sono scivolati e si sono messi di traverso». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

AUTOSTRADA DEL BRENNERO ANCORA CHIUSA

La neve caduta copiosa nella giornata di ieri in Alto Adige ha obbligato le autorità a chiudere parte dell’autostrada del Brennero, l’A22. Numerosi i tir rimasti bloccati nella neve, con una coda di 12 km che ha intrappolato per ore centinaia di automobilisti, al freddo e al gelo del Tirolo. L’autostrada è al momento ancora chiusa in entrambe le direzioni, e in Alto Adige sono numerosi di conseguenza i disagi anche per via di altre arterie importanti, al momento interdette al traffico sempre per via delle neve. Arnold Schuler, primo vicepresidente della Provincia di Bolzano e assessore provinciale alla Protezione civile, ha parlato così in merito al blocco per ore di numerosi automobilisti sull’A22: «La situazione era molto difficile. Erano chiuse tutte le corsie, anche quella di emergenza, ed era impossibile arrivare fino alle auto. Questo è stato il problema. Ora – conclude – stiamo facendo di tutto per liberare quella gente e dare loro il necessario». La protezione civile ha lanciato un appello gli automobilisti di non utilizzare l’autostrada del Brennero nelle prossime ore, dove vi sono ben 220 spazzaneve impegnati per ripulire il manto stradale, e dove i vigili del fuoco stanno cercando di far ripartire i mezzi pesanti bloccati. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

A22 BRENNERO: SITUAZIONE COMPLICATA

La situazione rimane molto complicata sull’Autostrada del Brennero: come riportato dal Tg5, centinaia di tir sono fermi, l’A22 rimane chiusa da Chiusa a Vipiteno in direzione nord, mentre in direzione Sud il traffico è tutto sommato scorrevole. 12 chilometri di coda da numerose ore, da ieri pomeriggio per l’esattezza, con famiglie e viaggiatori bloccati in macchina per tutta la notte. Anche il servizio stradale ha avuto difficoltà a intervenire, il direttore tecnico generale dell’A22 Carlo Costa ha fatto il punto della situazione ai microfoni dell’Ansa: «La situazione in autostrada del Brennero è stata causata da numerosi mezzi pesanti non attrezzati, che sono scivolati e si sono messi di traverso. Da 24 ore 200 uomini sono ininterrottamente in servizio. Per raggiungere i tir bloccati, dobbiamo intervenire contromano e tirarli fuori uno ad uno, a mano con la pala. Ci sono mezzi con gomme lisce e addirittura senza gancio di traino». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

AUTOMOBILISTI BLOCCATI DA ORE

Continuano i disagi sull’autostrada del Brennero A22, a causa della neve scesa copiosa nelle scorse ore. Come riferisce l’edizione online de Il Fatto Quotidiano, una valanga si è abbattuta sulla strada in questione, nei pressi del confine con l’Austria, senza comunque provocare alcun ferito. La slavina ha raggiunto il manto stradale al chilometro 5 dell’A22 quando la strada era comunque chiusa in entrambi i sensi di marcia. Al momento si registrano dodici chilometri di coda e vi sono numerosi automobilisti fermi da ora in strada, impossibilitati a muoversi in qualsiasi direzione. Stando a quanto riferisce Autostrade per l’Italia, sono chiusi i seguenti svincoli: «in entrata a Chiusa verso Brennero (Km 53 – direzione: Brennero). In entrata a Bressanone verso Brennero (Km 38 – direzione: Brennero). In uscita a Bressanone Zona Industriale provenendo da Brennero (Km 47.7 – direzione: da Brennero)». Disagi registrati anche sulla statale del Brennero, bloccata in entrambe le direzioni di marcia, così come la statale Val Venosta a Gomagoi: l’Alto Adige è praticamente fermo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

AUTOSTRADA DEL BRENNERO NEL CAOS: CHIUSA PER NEVE

E’ stata chiusa per neve l’autostrada del Brennero. Al momento la tratta autostradale in Alto Adige che porta in Austria, è impercorribile in direzione nord da Chiusa a Vipiteno. A causare l’interruzione della nota arteria del nord Italia, alcuni mezzi pesanti che si sono bloccati sulla strada a causa della copiosa nevicata delle ultime ore. Una serie di stalli che hanno causato una coda che è arrivata fino a 12 chilometri e che ha indotto le autorità a bloccare il traffico dei veicoli in direzione confine. Come riferiscono tutti i principali quotidiani online, l’autostrada del Brennero è chiusa in due punti, leggasi a Mules, nonché come detto sopra tra Vipiteno e l’Austria. Interrotta anche la statale della Val Venosta a Gomagoi. Un vero e proprio calvario per coloro che si sono ritrovati bloccati nel traffico, come ha raccontato un testimone, un infermiere che vive in Germania la cui famiglia è rimasta coinvolta nel “blocco”: «Moglie e figli da 12 ore sono fermi in autostrada del Brennero – le parole riportate da Rainews.it a una ventina di chilometri dal valico. In tutte queste ore non hanno visto un lampeggiante, sia blu oppure giallo. Dalle 20.48 sono fermi in coda sotto la neve».

BRENNERO, AUTOSTRADA CHIUSA PER NEVE: È CAOS

In realtà gli interventi delle forze dell’ordine ci sono stati, con i vigili del fuoco al lavoro senza sosta non soltanto sull’autostrada del Brennero ma in tutto l’Alto Adige, a causa delle abbondanti nevicate di ieri. Circa una sessantina le chiamate nella sola Bolzano a causa degli alberi appesantiti dalla neve e dei mezzi pesanti bloccati sulle strade. Anche per i pedoni e i ciclisti la situazione non è andata meglio visto che a causa della neve e del ghiaccio le autorità comunali hanno interdetto le passeggiate cittadine e le ciclabili, per via anche del forte rischio che possano cadere dei rami a terra. Chiusa anche la tratta ferroviaria fra Trento e Bolzano per circa tre ore: all’altezza della fermata di Ora un cavo della corrente si è abbattuto sulla linea per via della neve, provocandone appunto la chiusura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA