Presentazione di Gesù al tempio/ Il 2 febbraio ricorre la festa della Candelora

La presentazione del Signore Gesù al tempio o festa della Candelora viene celebrata dalla Chiesa Cattolica e dalla Chiesa Ortodossa il 2 febbraio ogni anno.

02.02.2019 - Cinzia Costa
Presentazione di Gesù al Tempio, Giotto
Presentazione di Gesù al Tempio, Giotto (Wikipedia 2019)

La celebrazione della Presentazione di Gesù al tempio cade il 2 febbraio. La ricorrenza è conosciuta anche come Candelora perché la festa viene caratterizzata dall’utilizzo delle candele. In questo giorno, infatti, le candele vengono portate in chiesa e benedette perché sono il simbolo della luce che illumina il cammino delle genti, proprio come la fede. La scelta di questa data avviene in base alle sacre scritture. Infatti secondo la tradizione ebraica 40 giorni dopo la nascita di un figlio maschio, il primogenito doveva essere presentato alla comunità con una cerimonia pubblica. Calcolando 40 giorni dopo il 25 dicembre si arriva proprio al 2 febbraio. La tradizione di festeggiare questa ricorrenza, dunque, è molto antica e viene rispettata anche dalla chiesa ortodossa. Alcune testimonianze fanno risalire la festa della Candelora agli antichi romani. La dea Fabrua, infatti, antecedente a Giunone, era festeggiata il secondo giorno del mese con tante luminarie che venivano chiamate calende. Prima ancora, nel mondo celtico, una festa simile era quella di Imbolc che segnava non solo il passaggio dalla stagione fredda a quella primaverile ma soprattutto il ritorno della luce con le giornate più lunghe.

LA CANDELORA, I FESTEGGIAMENTI

In Italia la festa della Candelora è da sempre molto seguita. Ci sono però alcune città nelle quali la festa viene celebrata in modo più solenne rispetto alle altre. In molte città la Candelora viene associata alle condizioni climatiche per cui si crede che il tempo che caratterizza quella giornata influirà sulla fine o meno dell’inverno. La Candelora in Francia è invece considerato il simbolo delle crepes, un dolce tipico di quelle località. In questa giornata, infatti, vengono preparate in ogni modo, sia dolci che salate. Pure in Messico la festa della Candelora è particolarmente sentita. La tradizione vuole che una figurina del Bambin Gesù venga nascosta in tanti piccoli dolcetti che poi vengono distribuiti in ogni famiglia a tutti i partecipanti. Chi dei familiari trova la figurina diventa il custode della statuina e se ne deve prendere cura fino alla successiva ricorrenza. Ma scopriamo un po’ di più sulla ricorrenza della festa nella descrizione qui di seguito.

Oltre a questa ricorrenza, nel giorno del 2 febbraio la Chiesta Cattolica festeggia anche Andrea Carlo Ferrari il Beato, il vescovo San Burcardo di Würzburg, il vescovo San Lorenzo di Canterbury, il martire e sacerdote Beato Pietro da Ruffia, la fondatrice Santa Maria Caterina Kasper, Santa Giovanna de Lestonnac e il vescovo San Flosculo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA