12enne picchiato dai bulli “perchè egiziano”/ Roma, la madre “aggredito tre volte”

- Emanuela Longo

Ragazzino di 12 anni picchiato dai bulli per tre volte perchè egiziano: la disperazione dei genitori in attesa dei risultati delle indagini

Mamma 12enne picchiato dai bulli
Mamma 12enne picchiato dai bulli (Storie Italiane)

La storia di un bimbo egiziano di 12 anni pestato dai bulli a Roma “perchè straniero” è stata al centro della nuova puntata di oggi di Storie Italiane. Il ragazzino è stato preso di mira da alcuni ragazzi più grandi i quali lo avrebbero picchiato davanti la scuola senza però che lo stesso istituto abbia finora fatto nulla. Si tratta di una banda di teppisti di 15-16 anni che in tre mesi, nonostante le denunce dei genitori e del comitato scolastico non sarebbe ancora stata individuata. Ad avere paura sono anche gli altri studenti del medesimo istituto scolastico che, intervistati dalla trasmissione di Raiuno hanno evidenziato i loro timori: “Io ora ho un po’ di paura, può capitare a chiunque anche perchè sono più grandi, mi dispiace tanto per il ragazzo che conoscevo di vista ma credo che questi bulli colpiscano più a livello razzista”, ha commentato un altro studente. I ragazzi starebbero facendo una sorta di vergognosa guerra allo straniero? “Precisamente così”, ha commentato ancora lo studente. A confermare la medesima tesi un altro ragazzo: “Penso che ce l’abbiano più in modo razzista con ragazzi di altri paesi”.

12ENNE PICCHIATO DAI BULLI: LE DICHIARAZIONI DELLA MADRE

Un ragazzino in balia dei bulli, picchiato perchè egiziano. Oggi la madre Amal è intervenuta alla trasmissione Storie Italiane: “Io non so perchè hanno puntato a mio figlio perchè almeno lui non conosce questi ragazzi, credo che questi ragazzi siano vittime della loro ignoranza e dell’odio. Non posso dire che hanno agito solo perchè straniero”, ha commentato. La donna non si capacita che possa essere proprio suo figlio vittima di queste violenze, già aggredito tre volte: “è stato picchiato 3 volte da questi ragazzi, le altre due volte è accaduto dopo l’uscita da scuola, l’ultima di mattina quando stava andando a scuola. Lo hanno picchiato fino a farlo svenire”, ha aggiunto. Ad intervenire anche il padre che ha spiegato di aver denunciato ma di non aver ancora ricevuto notizie dalla polizia. “Stanno indagando, stanno guardando le telecamere del posto, spero stiano facendo qualcosa ma ancora non sappiamo nulla”. Oggi la piccola vittima sta ancora male: “ha incassato quello che preso, erano forti”, ha spiegato la madre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA