Gli rapinano la collanina, lui denuncia e si suicida/ Tragedia di un 24enne milanese

Si suicida dopo aver subito il furto di una collanina: la tragica storia di un 24enne della provincia di Milano

carabinieri pixabay 2018
Immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

Un ragazzo di soli 24 anni si è suicidato dopo aver subito il furto di una collanina. Non è ben chiaro se i due episodi sono collegati, fatto sta che un giovane ha perso la vita in maniera inspiegabile dopo essere stato sottratto di qualcosa a lui chiaro. Milanotoday riporta nel dettaglio la vicenda, avvenuta nella giornata di ieri, lunedì 25 febbraio, attorno alle ore 22:50 di sera. Il ragazzo originario di San Donato Milanese, una cittadina situata in Lombardia nella provincia meneghina, ha aperto le finestre del suo appartamento di viale Alcide De Gasperi, dove viveva con la mamma e il papà, per poi gettarsi nel vuoto. Subito dopo il volo, il giovane era ancora in vita ma in condizioni gravissime, disperate, e gli uomini del 118, a seguito del soccorso, hanno tentato il ricovero presso la struttura ospedaliera più vicina, senza però riuscire a giungere a destinazione: troppo gravi le ferite riportate dopo il volo nel vuoto. In seguito sono intervenuti i carabinieri, che hanno cercato di ricostruire le ultime ore di vita della stessa vittima.

SUBISCE IL FURTO DELLA COLLANINA POI SI SUICIDA

Come verificato dagli stessi militari dell’arma, poche ore prima del disperato gesto, il ragazzo aveva avuto un appuntamento con un uomo: peccato però che una volta che i due si fossero incontrati, l’altro ha aggredito il 24enne con lo spray al peperoncino, per poi rubargli la collanina che indossava. Un normale scippo che era stato risolto poche ore dopo dai carabinieri, che erano infatti riusciti ad arrestare il rapinatore, un 32enne marocchino pregiudicato e senza fissa dimora. Nel mentre, il giovane milanese si era recato presso la caserma, assieme al padre, per formalizzare la denuncia in maniera assolutamente tranquilla. La sera stessa, però, accade quello che nessuno si aspettava, con il giovane (che avrebbe dovuto compiere 25 anni fra una settimana), che ha aperto le finestre e che si è gettato nel vuoto, urlando “vi voglio bene” ai genitori, prima di lanciarsi. I carabinieri sono al lavoro per cercare di capire cos’abbia indotto il ragazzo all’estremo gesto, e soprattutto, se l’episodio della rapina della collanina e il suicidio sono collegati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA