Daniele Taddei, trovato morto 4 anni dopo la scomparsa/ Il 28enne poteva essere salvato? (Chi l’ha visto)

Daniele Taddei, dopo il mistero sulla scomparsa quello sulla morte: il 28enne poteva essere salvato? I dubbi di Chi l’ha visto quattro anni dopo il ritrovamento

06.02.2019 - Silvana Palazzo
Daniele Taddei trovato morto
Daniele Taddei trovato morto (Chi l'ha visto)

Quattro anni dopo, è stato risolto il giallo relativo alla scomparsa di Daniele Taddei, ma non quello su cosa sia successo al 28enne abruzzese. Il suo corpo è stato trovato senza vita nella sua Nissan Micra nel teramano: per gli inquirenti si è suicidato e poi c’è “Chi l’ha visto?” secondo cui il corpo poteva essere rinvenuto molto prima. Il ragazzo è andato a folle velocità a bordo della sua auto perché aveva appena ricevuto una delusione amorosa? Secondo la famiglia però potrebbe non essere morto sul colpo, quindi il cadavere forse poteva essere trovato molto prima. E quindi il timore è che sia morto dopo una lunga agonia. Poteva essere salvato? “La macchina entrando ha creato un varco, quindi è strano che non sia stato visto”, le parole raccolte dal programma di Raitre. Bisognerà aspettare l’autopsia, ma una cosa è certa: quando i genitori lanciavano gli appelli disperati lui si trovava nel canneto.

DANIELE TADDEI, TROVATO MORTO 4 ANNI DOPO LA SCOMPARSA

Daniele Taddei era innamorato da quasi un anno di una ragazza che non lo ricambiava. «La sfortuna ce l’ha con me, il destino è crudele, l’ho vista con un altro. Nessuna mi vuole», diceva a familiari e amici. Dopo l’ennesimo rifiuto avrebbe deciso di non tornare a casa e di avviarsi nella direzione opposta. A quel punto i genitori ne hanno denunciato la scomparsa.  Tra le ipotesi probabili è che l’auto sia uscita di strada di notte, ma il cadavere poteva essere ritrovato molto prima. Secondo la famiglia le ricerche potevano muoversi direttamente partendo dalla cella dove era stato registrato l’ultimo segnale del telefono. A ritrovare Daniele Taddei quattro anni dopo, ma morto, due cacciatori che stavano inseguendo una volpe. Quella zona però è abitata, quindi è strano che nessuno abbia sentito qualcosa quel giorno in cui è avvenuto l’incidente. Un altro mistero sulla morte di Daniele Taddei.



© RIPRODUZIONE RISERVATA