Salvatore Cipolla scomparso da Napoli/ E’ sparito da domenica scorsa, famiglia preoccupata “E’ molto fragile”

- Davide Giancristofaro Alberti

Salvatore Cipolla è scomparso domenica scorsa da Napoli in piazza Ciampa. L’appello della famiglia “Aiutateci”

Salvatore Cipolla, scomparso da Napoli
Salvatore Cipolla (web)
Pubblicità

Un ragazzo di 27 anni è scomparso negli scorsi giorni da Napoli: il suo nome è Salvatore Cipolla, è originario di Afragola, paese in provincia del capoluogo campano, ed è sparito esattamente tre giorni fa, domenica scorsa. I famigliari, i cari e gli amici più intimi stanno vivendo momenti di ansia ed apprensione, e sono numerosi gli appelli che sono stati diramati su Facebook, affinché qualcuno che lo veda in giro e lo riconosce possa fornire informazioni utili a loro stessi o alle autorità. Stando a quanto riferito poco fa dal programma di Rai Tre, Chi l’ha visto? Salvatore Cipolla è scomparso il 3 febbraio scorso da Napoli mentre si trovava nella zona di piazza Ciampa, dove c’è il mercato. Il giovane si era recato con il padre in quella zona del capoluogo campano per acquistare delle scarpe, ma appena il padre si è distratto un attimo il ragazzo è sparito.

Pubblicità

SALVATORE CIPOLLA SCOMPARSO DA NAPOLI

Stando a quanto raccontano i conoscenti, Salvatore avrebbe dei problemi di orientamento e di conseguenza potrebbe trovarsi in seria difficoltà. Il ragazzo è altro un metro e 75 centimetri, è di corporatura robusta, ha i capelli rasati molto corti, e gli occhi di colore grigio/celeste chiaro. Al momento della sua sparizione indossava un giubbino blu sopra una felpa di una tuta anch’essa di colore blu, di marca Adidas. I pantaloni della tuta erano invece neri, con scarpe da ginnastiche nere. Disperata ovviamente la famiglia, che chiede l’aiuto di tutti: «E’ un ragazzo molto sensibile, fragile e disorientato, spesso vittima di bullisimo». Non è chiaro se Salvatore soffra di qualche problema psicologico, fatto sta che il 27enne ha estremo bisogno di aiuto e non può stare da solo ancora a lungo lontano dalla propria famiglia. La speranza è che gli appelli di famigliari e amici non rimangano vani, e che il ragazzo possa essere ritrovato il prima possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità