Mario Cipollini a processo per minacce e lesioni/ Sorella e concittadini “No comment”

Mario Cipollini a processo per minacce e lesioni: la sorella Tiziana e i concittadini di Lucca non commentano il rinvio a giudizio dell’ex campione di ciclismo

Mario Cipollini
Mario Cipollini (foto da Twitter, 2018)

Mario Cipollini rinviato a processo per stalking, lesioni e minacce a carico di Sabrina Landucci, sua ex compagna: in attesa che l’indimenticato campione di ciclismo compaia il prossimo 20 marzo davanti il gup di Lucca per l’udienza preliminare, nella puntata odierna de La Vita in Diretta il padrone di casa, Tiberio Timperi, è tornato ad affrontare la vicenda ripercorrendo da un lato la carriera del ciclista toscano e dall’altra ricostruendo una storia di minacce e maltrattamenti che risalirebbe alla fine del 2016. Infatti uno degli episodi più gravi risale a quel periodo e aveva visto il “Re Leone” delle due ruote irrompere nella palestra della sua ex moglie e aggredirla davanti ad alcuni testimoni. Da qui è arrivata la denuncia della Landucci (da cui Cipollini ha avuto due figlie) alle autorità pochi giorni dopo.

LA SORELLA, “NON HO PIU’ RAPPORTI CON LUI”

E nella puntata odierna del contenitore pomeridiano di Rai 1 l’inviata del programma ha provato a mettersi in contatto con Mario Cipollini per conoscere la sua versione dei fatti e capire con che animo si apprestasse ad affrontare il rinvio a giudizio: ma il ciclista non ha risposto e l’unica testimonianza, per la verità abbastanza laconica, è quella di Tiziana, sorella del campione (che in passato l’aveva denunciato per lesioni) che si è però trincerata dietro un “no comment” e ha confermato di non voler parlare di questa vicenda proprio perché oramai non ha da tempo rapporti con Mario. Peraltro bocche cucite sono stare registrate da parte dei concittadini dello stesso Cipollini dato che la maggior parte degli intervistati non ha voluto esprimere giudizi e limitandosi a dire che “queste sono cose private”. Più interessante invece la testimonianza di chi conosce da oltre 30 anni l’ex ciclista: alle telecamere de La Vita in Diretta, infatti, Ivano Fanini (imprenditore e dirigente sportivo di successo che di fatto è il padrino di Mario) ha confermato come il 52enne originario di Lucca abbia un carattere difficile, come peraltro confermato dalla ex moglie e dalla sorella.



© RIPRODUZIONE RISERVATA