Ostia, agguato a colpi di mannaia: 4 contro 1/ 60enne italiano in fin di vita

- Davide Giancristofaro Alberti

Ad Ostia si è verificato un brutale agguato a colpi di mannaia nei confronti di un 60enne italiano

verona
Immagine di repertorio (LaPresse, 2019)

Agguato a colpi di mannaia avvenuto nelle scorse ore ad Ostia: una persona versa in gravissime condizioni, fra la vita e la morte. Come riferito da RomaToday, l’episodio è accaduto precisamente fra le case dell’Idroscalo, con un uomo di 60 anni che si trova al momento ricoverato presso l’ospedale capitolino San Camillo. E’ successo tutto attorno alle ore 15:00 di ieri, venerdì 29 marzo, in via degli Aliscafi: in base ad una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della compagnia di Ostia e del nucleo operativo, quattro persone di origini cilene (ma forse anche di più), avrebbero raggiunto il 60enne italiano. A quel punto sarebbe scoppiata una lite degenerata quando un 55enne sudamericano già noto alle forze dell’ordine avrebbe estratto una mannaia, colpendo il rivale al volto. Tre i colpi che sarebbero stati assestati fra gli occhi, il naso e la mandibola, mentre il 60enne ha replicato con un fendente agli arti del proprio contendente. Una volta che i soccorsi sono giunti sul luogo incriminato, l’italiano è stato trasportato in codice rosso, e al momento la prognosi è riservata.

OSTIA, AGGUATO A COLPI DI MANNAIA

Nel frattempo sono scattate le indagini, con le forze dell’ordine capitoline che stanno cercando di ricostruire nel dettaglio l’accaduto grazie anche all’aiuto di testimoni nonché di eventuali telecamere di sicurezza presenti in zona; rinvenuta la mannaia, l’arma dell’aggressione, trovata dalle forze dell’ordine ancora sporca di sangue, abbandonato nei pressi dello scontro. I carabinieri hanno fermato un 55enne cileno, che si trovava ancora nella zona dell’agguato in evidente stato di agitazione e con alcune ferite alle mani e al volto: arrestato, è stato portato all’ospedale Grassi di Ostia dove oggi verrà operato. Non è in pericolo di vita, e i carabinieri lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di tentato omicidio. Pare che alla base della rissa vi siano degli insulti che uno dei due litiganti avrebbe rivolto al figlio dell’altro: gli investigatori sono al lavoro per ricostruire la vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA